Vacanze in Spagna indietro nel tempo, cosa vedere a Sagunto


Nei giorni scorsi vi ho proposto percorsi alla scoperta di alcune città spagnole come Cuenca e Segovia, soffermandomi anche sul modo migliore per ammirarne l'alcazar. Nel post di oggi vi propongo un'altra città spagnola, questa volta sulla costa della regione di Valencia. E' facilmente e rapidamente raggiungibile in treno proprio da Valencia e in una giornata la potete visitare da cima a fondo a piedi, prendendovi anche un momento di relax. Con un po' più di tempo è raggiungibile in treno anche da Alicante, Tarragona, Teruel, Barcellona o Saragozza. Il castello e il teatro romano in cima alla collina, oltre ad importanti resti archeologici sono le principali, ma non uniche, attrazioni. 
Ecco dunque cosa vedere a Sagunto: una volta scesi dal treno e usciti dalla stazione ferroviaria e aver svoltato a destra passando su una rotonda, prendete la piccola via accanto al distributore di benzina, Carrer Aben Bahri, svoltando ancora a destra su Carrer de Valencia dove si trovano la chiesa del Salvador Casa Abadía e pochi metri più avanti, la Domus dels Peixos: una antica casa romana da visitare. Sebbene vi siano diversi modi per raggiungere il castello, nel punto più alto di Sagunto, a me è piaciuto immergermi nei vicoli del paese. Quindi sono salito su carrer Mayor, tra le vecchie case bianche per poi imboccare a sinistra carrer de Sant Miquel e proseguire sempre in salita su Carrer Vell del Castell fino ad arrivare al grande (ma ricostruito) teatro romano e quindi all'ingresso dell'area archeologica. Una volta dentro è impossibile consigliare un percorso preciso. Ciasuno di noi deve visitarla e viverla partendo dalle rovine dell'antico castello e attraversando le varie zone tra cui la piazza e la pota d'Almenara, la piazza della cittadella, piazza degli studenti, e tutto il resto che compone una grande area nella quale tornare indietro nel tempo. Alcuni di quelli che hanno fatto il liceo ricorderanno le versioni di latino nelle quali scrittori hanno narrato l'assedio di Sagunto ed avranno l'occasione di vedere il luogo di quelle battaglie.
Terminata la visita, potete tornare su carrer del Castell arrivando fino alla parte posteriore del grande edificio del Teatro Romano. Accanto al parcheggio trovate un arco: uno degli accessi all'antica Juderia, il quartiere ebraico. Anche se quello più noto e fotografato si trova poche decine di metri più in basso, percorrendo la discesa e superando la piccola piazza e guardando a sinistra, dove trovate anche un cartello affisso per spiegare la storia della Juderia. Si chiama Portalet de la Sang e passandoci attraverso entrerete proprio alla Juderia. Continuando a scendere lungo carrer del Castell passerete davanti al museo storico della città (Museo Histórico de Sagunto, MUHSAG) oltre ad una serie di ristorantini tipici. 
Continuando la discesa si arriva fino a plaza Mayor, e poche decine di metri dopo alla piazza del Cronista Chabret, dove si trova anche l'ufficio informazioni turistiche. 
E se proprio il treno vi sta aspettando, il modo più rapido per tornare alla stazione è quello di imboccare carrer Camí Reial, situato tra le due piazze. Alla fine vi ritroverete alla Domus dels Peixos, a poche decine di metri dalla rotonda attigua proprio alla stazione. 
Un consiglio: per pianificare al meglio la visita potete scaricare la app Tour Sagunto dall'app store. 

Se sei interessato a restare a Sagunto più di un giorno ti consiglio di cercare alloggio su AirBnb. Qui ti regalo 25 euro per la tua prima prenotazione
Soggiorno che puoi pagare scoprendo i vantaggi della carta Hype


0 commenti:

Posta un commento

 

Iscriviti alla newsletter

Nota

Diario Latino non rappresenta una testata giornalistica perchè è aggiornato senza alcuna periodicità. Non può, quindi, considerarsi prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. L'autore non è un giornalista professionista e non è responsabile dei contenuti dei blog ai/dai quali è linkato. I commenti sono sottoposti ad approvazione. Diario Latino is licensed under Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License. Proibita la ripubblicazione su altri siti/blogs.

Licenza Creative Commons

Statistiche