La Gran Via dei bambini di Asunción

Diario Latino lo aveva già anticipato, ora arriva la conferma della realizzazione di un libro fotografico sul dramma dei bambini di strada in Paraguay. Il reportage intitolato Gran Vía indaga la realtà dei bambini che in Paraguay, come nel resto del mondo, lavorano e vivono sulla strada: niños en situación de calle. Realizzato dal fotoreporter fermano Giovanni Marrozzini in collaborazione con Funima International, Gran Vía nasce dalla volontà di raccontare, documentare e approfondire storie personali esaltate dal valore comunicativo del bianco e nero. Una fotografia radicata in una realtà apparentemente lontana dal nostro vivere quotidiano che diviene, invece, prova evidente delle condizioni reale e amare in cui sono costretti molti minori. Il lavoro in strada genera rischi di incidenti durante il transito delle auto, gravi problemi respiratori, neurologici e della pelle. Grande anche il rischio di abuso psicologico e sessuale, disturbi psicosomatici, difficoltà nella socializzazione, aggressività, depressione, tossicodipendenza. Gran Vía documenta come molti minori, inoltre, sono impiegati in attività lavorative come la produzione di materiali edili e il riciclaggio dei rifiuti. Esistono centinaia di bambini di strada, come quelli fotografati da Giovanni Marrozzini, che vivono privi di famiglia e di abitazione, un fenomeno diffuso soprattutto nelle zone del terminal centrale degli autobus e del mercato De Abasto y Numero 4 di Asunción. 

In Paraguay l'opera umanitaria della Onlus Funima International si rivolge da anni a questa fascia sociale disagiata della capitale Asunción, grazie alle attività di recupero per l'infanzia svolte nel centro di accoglienza “Hijos del Sol”. Il centro è stato creato in una zona di Asunción particolarmente a rischio, tanto che il Ministero dell’Infanzia e dell’Adolescenza paraguaiano la riconosce come zona rossa. Sempre sul tema bambini di strada, ma localizzato in Brasile, Diario Latino si era occupato poche settimane fa.  

0 commenti:

Posta un commento

 

_

Nota

Diario Latino non rappresenta una testata giornalistica perchè è aggiornato senza alcuna periodicità. Non può, quindi, considerarsi prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. L'autore non è un giornalista professionista e non è responsabile dei contenuti dei blog ai/dai quali è linkato. I commenti sono sottoposti ad approvazione. Diario Latino is licensed under Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License. Proibita la ripubblicazione su altri siti/blogs.

Licenza Creative Commons

Statistiche