Venezuela: falta temporal o absoluta?

Dopo l'intervista rilasciata dal vicepresidente della Repubblica Bolivariana del Venezuela, Nicolás Maduro, all'emittente Venezolana de Televisión riportata nel post precedente, il sindaco di Caracas, Antonio Ledesma, ha parlato di un presidente Hugo Chávez “sequestrato a Cuba” del cui stato di salute i venezuelani non sanno nulla. Ledesma ha avanzando il sospetto che il vicepresidente Maduro e il presidente della Asamblea Nacional, Diosdado Cabello, prendano ordini direttamente dal regime cubano dei fratelli Castro. Antonio Ledesma ha anche lanciato una proposta. Un gruppo composto da politici dei diversi schieramenti e medici qualificati che viaggi a La Habana per comprovare di prima mano le condizioni di salute del presidente Hugo Chávez. A questo riguardo la Academia Nacional de la Medicina ha proposto al Tribunal Supremo de Justicia una lista di nomi di professionisti dato che le informazioni date dai politici sono incomplete e prive di rigore scientifico. Una posizione completamente opposta a quella di Nicolás Maduro, la ha assunta l'avvocato Asdrúbal Aguiar. Al contrario di Maduro crede che la cerimonia di giuramento costituisca parte essenziale nell'atto di inizio del periodo presidenziale e che non possa essere posticipata. Niente soluzione di continuità, quindi, come vorrebbe Maduro. Con il giuramento del 10 gennaio, secondo Asdrúbal Aguiar, inizia un nuovo mandato per Hugo Chávez. In caso non si presenti sarà il  presidente della presidente Asamblea Nacional, Diosdado Cabello, ad assumere temporaneamente il potere. Il Tribunal Supremo de Justicia (TSJ) dovrà incaricare personale medico di accertare la "falta temporal o absoluta" del presidente Chávez e agire in base alla Costituzione.  
Un paio di giorni fa il Ministro delle Comunicazioni, Ernesto Villegas, aveva spiegato in un comunicato ufficiale dal Palacio de Miraflores che il presidente Hugo Chávez soffre di insufficienza respiratoria a causa di una infezione polmonare dopo essere stato operato di cancro per la quarta volta lo scorso 11 dicembre. Attualmente resta ricoverato in un ospedale di La Habana mentre in molte parti del Venezuela e dell'intera America Latina vengono organizzate veglie di preghiera per la salute del presidente. Da ricordare che oggi verrà nominato il presidente dell'Asamblea Nacional. Tutto fa pensare al rinnovo dell'incarico per Diosdado Cabello, numero due del Partido Socialista Unido de Venezuela (PSUV) e attuale presidente.

0 commenti:

Posta un commento

 

_

Nota

Diario Latino non rappresenta una testata giornalistica perchè è aggiornato senza alcuna periodicità. Non può, quindi, considerarsi prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. L'autore non è un giornalista professionista e non è responsabile dei contenuti dei blog ai/dai quali è linkato. I commenti sono sottoposti ad approvazione. Diario Latino is licensed under Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License. Proibita la ripubblicazione su altri siti/blogs.

Licenza Creative Commons

Statistiche