Venezuela: Hugo Chávez e l'incognita 10 gennaio

Come sta realmente Hugo Chávez? Sarà in grado di giurare il prossimo 10 gennaio? Queste le domande che si rincorrono nelle ultime ore. Il presidente del Venezuela, Hugo Chávez Frias, è ricoverato a La Habana, Cuba, dove, l'11 dicembre, è stato operato chirurgicamente per la rimozione di cellule cancerogene. E' il quarto intervento del genere cui viene sottoposto. Il vicepresidente della Republica Bolivariana de Venezuela, Nicolás Maduro, in una lunga intervista alla tv di Cuba ha detto che Chávez è del tutto cosciente di quanto sia complicato il suo quadro medico. Nato a Sabaneta il 28 luglio 1954, rieletto per la quarta volta a capo del paese lo scorso 7 ottobre per il periodo 2013-2019, Hugo Chávez dovrà giurare il prossimo 10 gennaio per assumere ufficialmente l'incarico di presidente.
Ad una settimana dalla data fatidica sono diversi gli scenari possibili: 1) Chávez torna in Venezuela e presta giuramento secondo l'articolo 231 della costituzione. 2) Viene dichiarata “la falta absoluta del Presidente electo” ovvero l'impossibilità o incapacità permanente e certificata di portare a termine il giuramento, secondo quanto stabilito dall'articolo 233 della costituzione. Ciò porterà alla realizzazione di nuove elezioni entro 30 giorni. A questo punto però entra in gioco la terza soluzione avanzata dal segretario esecutivo della Mesa de la Unidad Democrática, Ramón Guillermo Aveledo. In vista del 10 gennaio ha parlato di “falta temporal”, cioè assenza temporale. La seconda parte dell'articolo 231, infatti, recita “Si por cualquier motivo sobrevenido el Presidente o Presidenta de la República no pudiese tomar posesión ante la Asamblea Nacional, lo hará ante el Tribunal Supremo de Justicia”. Aveledo ha sottolineato come in questa frase non si stabiliscano date o luoghi. In questo modo verrebbe aggirata la scadenza del 10 gennaio. In questo caso sarebbe il numero due del Partido Socialista Unido de Venezuela, Diosdado Cabello, a guidare provvisoriamente il governo per un periodo di tempo stabilito. 
L'articolo 234 della costituzione aggiunge: “Las faltas temporales del Presidente o Presidenta de la República serán suplidas por el Vicepresidente Ejecutivo o Vicepresidenta Ejecutiva hasta por noventa días, prorrogables por decisión de la Asamblea Nacional por noventa días más. Si una falta temporal se prolonga por más de noventa días consecutivos, la Asamblea Nacional decidirá por mayoría de sus integrantes si debe considerarse que hay falta absoluta”.  
Secondo Telesur, emittente molto vicina al presidente, Hugo Chávez si mantiene stabile in un quadro clinico delicato. Poche ore prima di sottoporsi all'operazione Chávez aveva nominato il suo delfino, Nicolás Maduro, quale candidato naturale del Partido Socialista Unido de Venezuela (PSUV) in eventuali nuove elezioni presidenziali.

0 commenti:

Posta un commento

 

_

Nota

Diario Latino non rappresenta una testata giornalistica perchè è aggiornato senza alcuna periodicità. Non può, quindi, considerarsi prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. L'autore non è un giornalista professionista e non è responsabile dei contenuti dei blog ai/dai quali è linkato. I commenti sono sottoposti ad approvazione. Diario Latino is licensed under Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License. Proibita la ripubblicazione su altri siti/blogs.

Licenza Creative Commons

Statistiche