Puerto Rico: prima grana per Alejandro García Padilla

A principio dell'anno studenti della Universidad de Puerto Rico hanno chiesto al neoeletto governatore dell'isola, Alejandro García Padilla, l'abolizione della tassa speciale annuale di 800 dollari in vigore dal gennaio 2011. La quota equivale ad un mese e mezzo di salario medio e si aggiunge alle normali tasse universitarie.
L'imposizione della tassa annuale ha causato la più lunga protesta studentesca nella storia di Puerto Rico che durò diversi mesi con manifestazioni a singhiozzo partite nel dicembre 2010. Data l'alta percentuale di disoccupazione a Puerto Rico, la nuova tassa ha obbligato all'abbandono della maggiore università pubblica dell'isola gli studenti provenienti da famiglie meno abbienti, ha spiegato una dei leader della protesta: Hannan Ortiz.
La tassa di 800 dollari è stata istituita con la “Ley 65 de 2010” dal precedente governatore di Puerto Rico, Luis Fortuño, del Partido Nuevo Progresista, per compensare il deficit nel budget dell'istituto. Alla protesta si unirono anche i professori. Sempre nel dicembre 2010 la polizia intervenne nel piazzale antistante la torre simbolo della Universidad de Puerto Rico, il Recinto Río Piedras, fregandosene della norma costituzionale che garantisce l'autonomia e l'inviolabilità dello spazio. Dopo aver picchiato numerosi studenti arrestò Ian Camilo Cintrón Moya, Ibrahim García e Adriana Mulero Claudio. I primi due sono stati sospesi rispettivamente per 1 e 2 anni accademici, il terzo espulso dal sistema universitario. Come già ricordato in articoli precedenti Puerto Rico, di fatto, è una colonia degli Stati Uniti d'America dal 1898, mascherato da Stato Libero Associato agli U.S.A.
A pochi giorni dalla cerimonia di insediamento, quindi, sulla scrivania del governatore di Puerto Rico, Alejandro García Padilla, arriva la prima grana. Sebbene in campagna elettorale lo stesso Alejandro García Padilla avesse anticipato che avrebbe tolto la tassa, ora arriva il dietrofront. La decisione, ha detto García Padilla, compete alla Junta de Síndicos della Universidad de Puerto Rico, non al potere esecutivo.


0 commenti:

Posta un commento

 

_

Nota

Diario Latino non rappresenta una testata giornalistica perchè è aggiornato senza alcuna periodicità. Non può, quindi, considerarsi prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. L'autore non è un giornalista professionista e non è responsabile dei contenuti dei blog ai/dai quali è linkato. I commenti sono sottoposti ad approvazione. Diario Latino is licensed under Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License. Proibita la ripubblicazione su altri siti/blogs.

Licenza Creative Commons

Statistiche