Goya 2013: riflettori puntati su 7 cajas e Después de Lucía

Dopo aver segnalato la candidatura all'Oscar del film “No”, del regista cileno Pablo Larraín, oggi continuo ad occuparmi di cinema latinoamericano. Due i titoli che voglio segnalarvi in quanto candidati ai Premios Goya 2013 nella categoria Mejor película Iberoamericana. Sono 7 cajas, e Después de Lucía che concorrono insieme a Infancia clandestina e Juan de los Muertos.



Per la regia di Juan Carlos Maneglia e Tana Schémbori, 7 cajas è un film ambientato ad Asunción, capitale del Paraguay, con protagonista Víctor, un diciassettenne carretillero. Uno dei tanti giovani, cioè, che spingendo un carretto solitamente in legno si muove tra i banchi del mercato cittadino aspettando l'occasione per trasportare qualcosa, generalmente elettrodomestici o casse di frutta e verdura. Victor lavora nel Mercado 4 di Asunción, uno dei mercati cittadini più grandi della capitale. Un giorno riceve una strana proposta: trasportare da una parte all'altra del mercato 7 casse (7 cajas) di contenuto ignoto in cambio di 100 dollari, cifra che non riesce neanche ad immaginare, abituato com'è ai suoi magri guadagni. Quella che sembra un impresa semplice si convertirà in un grosso problema per risolvere il quale dovrà addentrarsi negli angoli più reconditi del Mercado 4.
Dal Messico arriva Después de Lucía, regia di Michel Franco, che si è aggiudicata il premio Un Certain Regard al Festival di Cannes del 2012. Parte dall'arrivo a Città del Messico di Alejandra e suo padre, trasferitisi nella capitale da Puerto Vallarta alla morte della madre, Lucía, in un incidente. Nella nuova scuola Alejandra diventerà oggetto di scherzi ed umiliazioni sempre più pesanti. Contemporaneamente si allontanerà gradualmente dal padre Roberto, ancora in depressione per la scomparsa della moglie. Il merito di Después de Lucía è quello di far emergere il problema del bullismo a scuola, un tema che non conosce frontiere in quanto coinvolge studenti sia europei che americani. Non cerca colpevoli né tenta di moralizzare il pubblico ma solo di trasmettere allo spettatore cosa si prova a stare nei panni di chi subisce. Después de Lucía è stato proiettato gratuitamente per gli alunni di alcune scuole e inserito in campagne contro il bullismo a scuola. Di seguito il trailer.



La premiazione dei Premios Goya 2013 avverrà domenica 17 febbraio al Centro de Congresos Príncipe Felipe, a Madrid e non al Palacio Municipal de Congresos - Recinto Ferial Juan Carlos I, come nelle edizioni passate.

0 commenti:

Posta un commento

 

_

Nota

Diario Latino non rappresenta una testata giornalistica perchè è aggiornato senza alcuna periodicità. Non può, quindi, considerarsi prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. L'autore non è un giornalista professionista e non è responsabile dei contenuti dei blog ai/dai quali è linkato. I commenti sono sottoposti ad approvazione. Diario Latino is licensed under Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License. Proibita la ripubblicazione su altri siti/blogs.

Licenza Creative Commons

Statistiche