"No", di Pablo Larraín in corsa per gli Oscar

E' l'unico film rappresentante del cinema latinoamericano nominato all'Oscar 2013. E' “No” del regista cileno Pablo Larraín che affronta il tema del referendum svolto in Cile il 5 ottobre 1988. La parola No, lo slogan "la alegría ya viene" e il simbolo dell'arcobaleno vennero scelti dalla coalizione di opposizione “Concertación” per convincere gli elettori a dire basta al regime di Augusto Pinochet, in un momento storico in cui era praticamente impossibile criticare pubblicamente l'esecutivo. Pinochet aveva preso il potere l'11 settembre 1973 con un colpo di stato. Il referendum seguì alla riforma della Constitución Política entrata in vigore nel 1980. Basato sulla opera teatrale dello scrittore Antonio Skármeta, “No” di Pablo Larraín è uscito nei cinema cileni ad agosto del 2012 e incentra la narrazione su René Saavedra, un pubblicitario cileno rientrato in patria dall'esilio in Messico, interpretato da Gael García Bernal, per partecipare alla campagna pubblicitaria del No. Le immagini sono girate in 4/3 per avere i colori e il formato degli anni '80: una scelta sensata che permette di unire le parti di girato al materiale di archivio storico. Proponendo l'elaborazione dei concetti, delle musiche e dei contenuti sia della campagna del no che di quella del sì, il film si rivolge sia a chi ha vissuto quel momento storico sia ai giovani. Per il regista Pablo Larraín questo è l'ultimo capitolo della trilogia sul dittatore Augusto Pinochet dopo "Tony Manero" e "Post Mortem". “No” è stato presentato all'ultimo Festival del cinema di Cannes. Ora è in corsa all'Oscar per la statuetta nella categoria Miglior film straniero.

 

0 commenti:

Posta un commento

 

_

Nota

Diario Latino non rappresenta una testata giornalistica perchè è aggiornato senza alcuna periodicità. Non può, quindi, considerarsi prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. L'autore non è un giornalista professionista e non è responsabile dei contenuti dei blog ai/dai quali è linkato. I commenti sono sottoposti ad approvazione. Diario Latino is licensed under Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License. Proibita la ripubblicazione su altri siti/blogs.

Licenza Creative Commons

Statistiche