Operación E: ¿Dónde está el niño Emmanuel?

Colombia, regione del Guaviare, dicembre 2007: le Fuerzas Armadas Revolucionarias de Colombia (FARC) annunciano la liberazione di tre ostaggi: Clara Rojas, suo figlio Emmanuel e Consuelo González de Perdomo. Clara Rojas è sequstrata dal 2002. E' il punto di partenza del film Operación E, incentrato sulla figura di Emmanuel, figlio di Clara Rojas, dato alla luce nella selva dopo una relazione con uno dei sequestratori e guerrigliero FARC. Al compimento del terzo mese di vita ed in cattive condizioni di salute, incluso un braccio rotto, Emmanuel viene affidato dai guerriglieri ad un contadino in un piccolo villaggio nella selva: José Crisanto Gomez, che viene obbligato a prendersene cura. Ma il piccolo non migliora e Crisanto decide di portarlo in ospedale. Qui i medici ne ignorano l'identità e sospettano sia stato maltrattato dallo stesso Crisanto. Risultato: gli tolgono la custodia senza dargli informazioni su dove venga portato il bambino. Dopo anni lo stesso Crisanto viene a sapere che le FARC vogliono liberare Clara Rojas ed Emmanuel. Capisce che i guerriglieri verranno a cercare lui e la sua famiglia composta da 7 figli ed inizia la fuga.  


Ispirata a una storia vera, Operación E risulta interessante perché funge da controcampo alla notizia ufficiale della liberazione di Clara Rojas, Emmanuel e Consuelo González de Perdomo e sottolinea come, spesso, a fare la storia con la S maiuscola siano persone normali e semisconosciute. Operación E è stato girato in Colombia, tra le pianure orientali, la base aerea di Tolemaida e la città di Villavicencio, affinché fosse il più realista possibile. Un luogo umido, selvatico, poco adatto alle riprese, dove la luce cambia rapidamente come il clima, passando dal sole alla pioggia che può durare giorni. Per ammissione del regista Miguel Courtois-Paternina non è stato facile avere tutti i permessi dal governo. 
Il copione di Antonio Onetti vede Luis Tosar nel ruolo di José Crisanto e Martina García in quello di Liliana, come protagonisti. Tosar, attore spagnolo nato in Galizia, interprete di También La Lluvia, ha dovuto allenarsi nella pronuncia con accento colombiano. L'attrice colombiana Martina García, nel ruolo della moglie di Crisanto, Liliana, è colei che tiene unita la famiglia e rappresenta la madre terra che dà la vita. Liliana è una vittima del conflitto che le rappresenta tutte. Per esplicita ammissione dello stesso regista Miguel Courtois-Paternina, Operación E intende portare all'attenzione anche gli oltre 4 milioni di rifugiati interni della colombia, molti dei quali appartenenti a fasce sociali umili e disagiate e provenienti da zone rurali. E' un film adatto anche a chi non conosce a fondo l'attualità colombiana.


E' stato presentato in Spagna a principio di dicembre, proprio mentre delegati del governo colombiano e della guerriglia delle FARC sono seduti attorno ad un tavolo, a La Habana, Cuba, alla ricerca di un accordo di pace che ponga definitivamente fine al decennale conflitto.

0 commenti:

Posta un commento

 

_

Nota

Diario Latino non rappresenta una testata giornalistica perchè è aggiornato senza alcuna periodicità. Non può, quindi, considerarsi prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. L'autore non è un giornalista professionista e non è responsabile dei contenuti dei blog ai/dai quali è linkato. I commenti sono sottoposti ad approvazione. Diario Latino is licensed under Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License. Proibita la ripubblicazione su altri siti/blogs.

Licenza Creative Commons

Statistiche