Il Messico e la fine della quinta era Maya




Mentre il post intitolato “21 dicembre 2012 fine quinta era Maya” si prospetta come il più letto dell'anno su Diario Latino, in Messico, lungo la riviera Maya, sono partite le cerimonie in occasione della fine della quinta era Maya, che avverrà appunto il 21 dicembre 2012. Continua fino al 30 dicembre, ad esempio, nel centro di San Francisco de Campeche, proclamata patrimonio dell'umanità dall'Unesco e capitale dell'omonimo stato di Campeche, il festival Mundo Maya, giunto alla 15esima edizione. Proprio il 21 dicembre 2012 ospiterà un evento musicale sinfonico nel quale verranno letti brani del Popol Vuh, testo sacro che spiega l'origine mitica del mondo secondo i Maya. Nel Popol Vuh si spiega anche la concezione ciclica del tempo, contrapposta a quella lineare che caratterizza la nostra cultura. Il 22 dicembre, primo giorno della sesta era Maya, sarà Tulum, nello stato di Quintana Roo, ad inaugurare la Pirámide del pensamiento positivo. E' composta da 700 mila bottiglie contenenti biglietti con pensieri positivi sul futuro espressi da residenti e turisti. I biglietti sono stati lasciati a partire dal dicembre scorso in apposite urne triangolari e raccolti man mano. Evidente la volontà di contrastare la catastrofica e sbagliata teoria del 21 dicembre 2012 quale fine del mondo. Da ricordare, infine, come Merida abbia ospitato l'apertura del Museo Mundo Maya, ampio oltre 2000 metri quadri e del peso di 700 tonnellate. La sua struttura metallica raffigura una “ceiba” l'albero della vita , sacro ai Maya, ed è costato 770 milioni di pesos, interamente finanziati dalla Constructora Hermes, di propietà dei fratelli Jorge e Carlos Hank Rhon, figli del defunto ex leader del Partido Revolucionario Institucional Carlos Hank González, nell'ambito di uno dei cosiddetti Proyectos de participación social (PPS).
Anche negli ultimi giorni ricercatori messicani hanno ribadito che la lastra di pietra chiamata Monumento 6 de El Tortuguero, rinvenuto nel sito archeologico di Macuspana, Tabasco, e ritenuto la base della teoria sulla fine del mondo, in realtà non ne parla. Il 21 dicembre 2012, sarà quindi, la fine della quinta era Maya e contemporaneamente l'inizio della nuova era. Nel settembre scorso Diario Latino ha altresì scritto del più antico calendario Maya mai rinvenuto finora, trovato a Xultún nel Petén, in Guatemala.

0 commenti:

Posta un commento

 

_

Nota

Diario Latino non rappresenta una testata giornalistica perchè è aggiornato senza alcuna periodicità. Non può, quindi, considerarsi prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. L'autore non è un giornalista professionista e non è responsabile dei contenuti dei blog ai/dai quali è linkato. I commenti sono sottoposti ad approvazione. Diario Latino is licensed under Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License. Proibita la ripubblicazione su altri siti/blogs.

Licenza Creative Commons

Statistiche