El Día E, el día del Español

Si può festeggiare una lingua? Evidentemente sì ed accade ogni anno dal 2009. El Día E, el día del Español è la festa di tutti coloro che parlano spagnolo: più di 500 milioni di persone madrelingua lo rendono il secondo idioma più parlato al mondo. Anche le sedi di Milano, Roma, Napoli e Palermo dell'Instituto Cervantes, sabato 23 giugno torneranno ad animarsi con iniziative ed eventi adatti soprattutto ai più piccoli, per convincerli dell'importanza di studiare lo spagnolo, inteso come strumento di comunicazione, socializzazione e diffusione della cultura. Questa, infatti, è la chiave di lettura del Día E, declinato in diverse manifestazioni nelle 78 sedi dell'Instituto Cervantes, istituzione pubblica creata nel 1991, presente in 44 paesi dei 5 continenti.

día-e-español Recentemente la sede centrale di Madrid ha organizzato un omaggio alla memoria dello scrittore messicano Carlos Fuentes, scomparso il 15 maggio, autore di Aura con cui vinse il Premio Cervantes 1987. Inoltre, dal 23 al 26 giugno, Salamanca ospiterà la riunione annuale del direttivo dell'Instituto Cervantes presieduta da Víctor García de la Concha per definire le linee guida dell'istituto.
In occasione del Día E, el día del Español 2012, ho voluto proporre anch'io la mia parola preferita: espeluznante: in italiano terrificante, raccapricciante.

0 commenti:

Posta un commento

 

_

Nota

Diario Latino non rappresenta una testata giornalistica perchè è aggiornato senza alcuna periodicità. Non può, quindi, considerarsi prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. L'autore non è un giornalista professionista e non è responsabile dei contenuti dei blog ai/dai quali è linkato. I commenti sono sottoposti ad approvazione. Diario Latino is licensed under Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License. Proibita la ripubblicazione su altri siti/blogs.

Licenza Creative Commons

Statistiche