Ricordando Julio Cortázar

No me des tregua

No me des tregua, no me perdones nunca.
Hostígame en la sangre,
que cada cosa cruel sea tú que vuelves.
¡No me dejes dormir, no me des paz!
Entonces ganaré mi reino,
naceré lentamente.
No me pierdas como una música fácil,
no seas caricia ni guante;
tálame como un sílex, desespérame.

Il 12 febbraio 1984 moriva a Parigi lo scrittore argentino Julio Cortázar, un simbolo della letteratura argentina, e più in generale latinoamericana, per la qualità dei lavori che ci ha lasciato e per l'influenza avuta su scrittori contemporanei e successivi. Figlio di un esperto in questioni economiche inviato in Belgio, nacque nel 1914 nell'ambasciata argentina di Bruxelles, per poi trasferirsi a Buenos Aires all'età di 4 anni, dove restò fino al 1951, quando emigrò a Parigi. A Buenos Aires visse nel quartiere di Banfield, con fama di solitario che aveva voglia di farsi degli amici. Lettore infaticabile prima che scrittore. “Molto di quello che ho vissuto l'ho vissuto leggendo libri”, dirà Cortázar in una intrervista. Ammiratore di Jorge Luis Borges, non si considerava intellettuale ma lavoratore della cultura. Secondo lui, un libro in più che si scrive è anche un libro in meno: un libro in meno durante il cammino verso il libro finale e assoluto che mai si arriva a scrivere. Voleva raggiungere un linguaggio migliore. E' per questo che Julio Cortázar non pensò mai di aver scritto l'opera perfetta, in quanto era troppo perfezionista nella ricerca dello stile. Attraverso la sua prosa riuscì a trascendere la linea temporale e la tradizionale concezione del tempo e dello spazio, per trasferire il lettore in un paradossale mondo impossibile esistente solo nelle pagine del libro. Nel 1963 pubblicò Rayuela, probabilmente il suo romanzo più conosciuto, che si presta a diversi metodi di lettura: dal primo all'ultimo capitolo (in modo tradizionale), in modo disordinato saltando da un capitolo all'altro o secondo la guida che Cortázar ci propone. Fu anche docente universitario. Simpatizzante della revolución cubana, della revolución sandinista e del presidente cileno Salvador Allende, raccontò al mondo le tragedie dell'Argentina durante la dittatura della giunta militare.
Il regista spagnolo Diego Sabanés, ha realizzato un film, Mentiras piadosas, basata sul racconto La salud de los enfermos. Ma non esiste miglior omaggio a Cortázar che continuare a leggere e diffondere i suoi lavori, come Casa tomada, Continuidad en los parques e La señorita Cora. Vittima di una leucemia poco prima di compiere 70 anni, morì nel 1984. E' sepolto nel cimitero di Montparnasse.

El Futuro

Y sé muy bien que no estarás.
No estarás en la calle,
en el murmullo que brota de noche
de los postes de alumbrado,
ni en el gesto de elegir el menú,
ni en la sonrisa que alivia
los completos de los subtes,
ni en los libros prestados
ni en el hasta mañana.
No estarás en mis sueños,
en el destino original
de mis palabras,
ni en una cifra telefónica estarás
o en el color de un par de guantes
o una blusa.
Me enojaré amor mío,
sin que sea por ti,
y compraré bombones
pero no para ti,
me pararé en la esquina
a la que no vendrás,
y diré las palabras que se dicen
y comeré las cosas que se comen
y soñaré las cosas que se sueñan
y sé muy bien que no estarás,
ni aquí adentro, la cárcel
donde aún te retengo,
ni allí fuera, este río de calles
y de puentes.
No estarás para nada,
no serás ni recuerdo,
y cuando piense en ti
pensaré un pensamiento
que oscuramente
trata de acordarse de ti.

0 commenti:

Posta un commento

 

_

Nota

Diario Latino non rappresenta una testata giornalistica perchè è aggiornato senza alcuna periodicità. Non può, quindi, considerarsi prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. L'autore non è un giornalista professionista e non è responsabile dei contenuti dei blog ai/dai quali è linkato. I commenti sono sottoposti ad approvazione. Diario Latino is licensed under Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License. Proibita la ripubblicazione su altri siti/blogs.

Licenza Creative Commons

Statistiche