Henrique Capriles Radonski da Miranda: Venezuela

henrique-capriles-radonski
Dalle elezioni primarie dell'opposizione venezuelana, aggregata nella piattaforma Mesa de la Unidad Democrática, di cui ho scritto nel post precedente, è uscito vincitore Henrique Capriles Radonski. Ha ottenuto il 63% dei voti. distanziando di oltre trenta punti il secondo classificato.
39 anni, di famiglia ricca ed imprenditoriale, proprietaria di catene di cinema, Henrique Capriles Radonski è governatore dello stato di Miranda, limitrofo alla capitale Caracas, il secondo più popoloso del Venezuela. Ex vicepresidente del Congreso, ex sindaco di Baruta, sostiene di non aver mai perso un'elezione. Il 7 ottobre però affronterà la più importante alla quale abbia mai partecipato: sfiderà Hugo Chavez alle elezioni presidenziali in Venezuela. Dirigente del partito Primero Justicia, Henrique Capriles Radonski punta ad essere un presidente che parli meno, invada meno le vite dei venezuelani e faccia più fatti. Si definisce di centrosinistra ed ammiratore dell'ex presidente brasiliano Luiz Inacio “Lula” da Silva. Come governatore dello stato di Miranda ha dato vita al Plan Hambre Cero per fornire cibo e educazione a famiglie in difficoltà. Dal punto di vista energetico intende diversificare l'economia per non dipendere troppo dal petrolio. Henrique Capriles Radonski ha anche annunciato che manterrà le misiones, create da Hugo Chavez, pur con dei distinguo sul modo in cui vengono portate avanti attualmente.
Dal canto suo l'attuale presidente Hugo Chavez ha affermato che non gli importa quale sarà lo sfidante alle prossime elezioni presidenziali, etichettando con l'aggettivo “squallidi” i suoi avversari politici. Ora il capo degli squallidi ha un nome: Henrique Capriles Radonski.

0 commenti:

Posta un commento

 

_

Nota

Diario Latino non rappresenta una testata giornalistica perchè è aggiornato senza alcuna periodicità. Non può, quindi, considerarsi prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. L'autore non è un giornalista professionista e non è responsabile dei contenuti dei blog ai/dai quali è linkato. I commenti sono sottoposti ad approvazione. Diario Latino is licensed under Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License. Proibita la ripubblicazione su altri siti/blogs.

Licenza Creative Commons

Statistiche