Erika Soria. Testimonianze dei colleghi: scomparsa dopo il ribaltamento della scialuppa


Queste le immagini trasmesse in esclusiva ieri mattina da America TV, nel programma Domingo al Dia. Illustrano il Basic Safety Training: l'allenamento di 7 giorni realizzato da coloro che sarebbero poi saliti a lavorare sulla Costa Concordia. Tra loro anche Erika Soria Molina, la 25 barista peruviana attualmente dispersa nel naufragio della Costa Concordia dabanti all'Isola del Giglio. Il Basic Safety Training si è svolto nella piscina dell'Istituto peruviano dello Sport e nella stazione dei Vigili del Fuoco n. 33 nel Rímac. Il corso insegna come cercare di sopravvivere in mare e come scappare dagli incendi in nave. Oltre al filmato America TV ha trasmesso testimonianze dei colleghi di lavoro di Erika Soria Molina. Si trovavano nel ristorante quando si sono accorti che la nave si stava inclinando e imbarcando acqua. Erika Soria ha aiutato molti passeggeri a fuggire dalla nave, poi si è lanciata su una scialuppa, poi ribaltatasi a causa dell'eccessivo numero di persone. Nella concitazione del momento i solleghi di lavoro non sanno se sia riuscita a saltare fuori dalla scialuppa ma ricordano le sue urla di aiuto. Risulta attualmente tra i dispersi.
Anche la sorella ha parlato con testimoni che l'hanno vista aiutare decine di passeggeri e poi salire su una scialuppa in cattivo stato e piena di gente che si è ribaltata. Dopodichè tutti si sono messi a nuotare arrivando a riva. Tutti tranne Erika. Dopo la comunicazione del ritrovamento di un cadavere di donna, da parte dei sommozzatori della Guardia Costiera, all'interno di uno dei corridoi della parte posteriore della Costa Concordia, il padre e la sorella di Erika Soria Molina si erano recati al porto di Santo Stefano per attendere la comunicazione dell'identità. Il console del Perù a Firenze, Veramendi, ha poi smentito si tratti della barista peruviana. Intanto, ieri, è rientrata in patria la salma dell'altro peruviano, membro dell'equipaggio della Costa Concordia, Tomás Alberto Costilla Mendoza.
Nel paese andino amici, familiari e studenti della facoltà di Turismo della Universidad Privada Andina del Cusco, hanno deciso di continuare la serie di veglie davanti al tempio coloniale di San Jeronimo, nel cuore della città di Cusco. Continueranno a pregare affinchè Erika Soria Molina torni salva a casa.

0 commenti:

Posta un commento

 

_

Nota

Diario Latino non rappresenta una testata giornalistica perchè è aggiornato senza alcuna periodicità. Non può, quindi, considerarsi prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. L'autore non è un giornalista professionista e non è responsabile dei contenuti dei blog ai/dai quali è linkato. I commenti sono sottoposti ad approvazione. Diario Latino is licensed under Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License. Proibita la ripubblicazione su altri siti/blogs.

Licenza Creative Commons

Statistiche