Crimini di guerra e genocidio. Efraín Ríos Montt a processo in Guatemala

Crimini di guerra e genocidio. Queste le accuse per l'ex dittatore del Guatemala, Efraín Ríos Montt, che governò de facto il paese centroamericano nel 1982 e 1983 dopo il colpo di stato contro Romeo Lucas Garcia. E' comparso alle 9:30 di ieri sul banco degli imputati, al quindicesimo piano della Torre de los Tribunales, avvalendosi della facoltà di non rispondere davanti alla giudice Carol Patricia Flores Polanco. Al termine di oltre 10 ore di udienza è stato condannato agli arresti domiciliari, e ha 24 ore per pagare i 500mila quetzales (14.500 Euro circa) di cauzione, altrimenti finirà in carcere.

Efraín Ríos Montt

Nello specifico Efraín Ríos Montt è accusato di ideare, disegnare, autorizzare e supervisionare la repressione compiuta dall'esercito guatemalteco contro oppositori, indios, contadini e lavoratori agricoli: delle migliaia di vittime che alcune fonti attribuiscono all'ex dittatore del Guatemala moltissimi furono indigeni di etnia Maya Ixil. Lo sterminio di questa etnia, considerata nemico interno, era uno dei punti del programma di repressione, autorizzato e portato avanti da Rios Montt. Oltre 29mila Maya Ixil furono obbligati ad abbandonare le comunità dove vivevano a Santa María Nebaj, Chajul y San Juan Cotzal, Quiché. Non solo: secondo l'accusa la violenza sessuale pianificata e sistematica a donne di etnia Ixil era un'arma di repressione autorizzata dallo stesso Efraín Ríos Montt. Nell'udienza del processo, l'accusa ha presentato prove che lo relazionano con la pianificazione di 1485 violazioni sessuali a donne e minori. Era parte del programma Tierra Arrasada, avente come scopo eliminare la popolazione civile che avrebbe potuto appoggiare la resistenza armata della guerriglia contro la dittatura. Altra creazione di Ríos Montt furono i Polos de Desarroyo: comunità vigilate da militari nelle quali i contadini erano obbligati ad entrare.
Come membro del Frente Republicano Guatemalteco, venne eletto nel 2000 presidente del Congreso (Camera dei Deputati) guatemalteco, ottenendo così l'immunità parlamentare che è scatuta il 16 gennaio. E' la prima volta che Efraín Ríos Montt è processato.


0 commenti:

Posta un commento

 

_

Nota

Diario Latino non rappresenta una testata giornalistica perchè è aggiornato senza alcuna periodicità. Non può, quindi, considerarsi prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. L'autore non è un giornalista professionista e non è responsabile dei contenuti dei blog ai/dai quali è linkato. I commenti sono sottoposti ad approvazione. Diario Latino is licensed under Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License. Proibita la ripubblicazione su altri siti/blogs.

Licenza Creative Commons

Statistiche