Usi la scala mobile? Paga!

comuna-13-independencias
A volte leggere le pagine dei quotidiani relative all'America Latina, è come leggere tanti brevi capitoli di un romanzo. Perchè notizie come questa non possono essere considerate cronaca: sono evidentemente uscite dalla fantasia di uno scrittore o di uno sceneggiatore di un film.
Siamo in Colombia, città di Medellín, quartiere Las Independencias della Comuna 13. Abitato da 12mila persone, è situato sul ripido versante di una collina, e collegato al resto della città da 350 ripidi gradini. Salire e scendere è una sfida difficile soprattutto per anziani e persone con problemi di mobilità. Per questo, il 26 dicembre, è stata inaugurata una scala mobile all'aperto lunga 384 metri, divisa in 6 sezioni e costata 6 milioni e 700 mila dollari. La scala mobile della Comuna 13 è lunga 384 metri, divisa in 6 sezioni e costata 6 e 700 mila dollari e si impiegano 5 minuti circa per andare dal punto più basso al punto più alto. Fa parte del progetto “Senderos de Conexión Independencias”, programma di integrazione sociale voluto dal Comune di Medellin e dal Dipartimento di sviluppo urbano. Un progetto di inclusione che avrebbe dovuto fare da apripista per progetti culturali, sportivi, educativi. Invece, no. Ad impossessarsene per primi sembra siano stati i gruppi neoparamilitari.
Sembra, infatti, che alcuni cittadini siano obbligati a pagare una sorta di pedaggio di 1500 pesos (60 centesimi di Euro) ciascuno per utilizzare la scala mobile, a componenti del gruppo paramilitare Los Urabeños. In attesa che la polizia di Medellín prenda sul serio questo problema, sembra che a Bogotà Los Urabeños abbiano messo in pratica una versione moderna del personaggio cinematografico di “Non ci resta che Piangere” che chiedeva: “chi siete, cosa portate, quanti siete, un fiorino!”

0 commenti:

Posta un commento

 

_

Nota

Diario Latino non rappresenta una testata giornalistica perchè è aggiornato senza alcuna periodicità. Non può, quindi, considerarsi prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. L'autore non è un giornalista professionista e non è responsabile dei contenuti dei blog ai/dai quali è linkato. I commenti sono sottoposti ad approvazione. Diario Latino is licensed under Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License. Proibita la ripubblicazione su altri siti/blogs.

Licenza Creative Commons

Statistiche