Il viaggio come esplorazione e comprensione di una cultura diversa

cuba
La mostra fotografica "Cuba", è il frutto di una esperienza personale di un fotografo non professionista avvenuta nell'isola caraibica a cavallo tra novembre e dicembre del 2010. Un viaggio che ha portato ad una serie di incontri con i soggetti più disparati, permettendo una completa immersione negli stati d'animo e nel tessuto sociale di Cuba. A spiegarlo è l'ideatore e curatore della mostra, Raffaele Murani. "Cuba" è esposta fino a domenica 11 dicembre al Polo Culturale San Francesco di Monterubbiano, provincia di Fermo, nelle Marche. Un viaggio inteso come modo per vivere l'esplorazione di una cultura diversa e per crescere come essere umano, spiega lo stesso Raffaele, mentre mi conduce tra le foto, una delle quali correda questo post. Visitare la mostra permette al visitatore di viaggiare col pensiero, e stuzzica in lui la voglia di compiere la stessa esperienza di immersione nella cultura cubana.
Non il classico viaggio turistico, tutto villaggio vacanze, relax in spiaggia, mojito e discoteche. Svegliarsi alle 5 del mattino, prendere passaggi di fortuna, stringersi per ore sulle anguste panche posteriori di un fuoristrada, che circola su strade pressochè inesistenti, con il rischi di venir fermati dalla Polizia cubana, “urtandone la sensibilità”. Il tutto con bagagli al seguito contenenti una costosa attrezzatura fotografica, sono alcune delle esperienze e peripezie vissute da Raffaele e da un suo amico in un tour di 3600 chilometri nella Isla Grande. Una isola in cui manca tutto. Per questo è impressionante il riciclo che i cubani riescono a fare di ogni tipo di materiale che non sia completamente distrutto, quindi inutilizzabile. Ha intervistato e immortalato gente comune, Raffaele, da venditori, a frequentatori di un circolo di scacchi di Camaguey, da bambini sulla soglia di casa, a giovanissimi intenti a giocare a baseball, a studenti delle scuole de La Habana. Persino un asilo di Trinidad nella pausa dopo pranzo. E poi i lavoratori di strada, dal ciabattino, al barbiere, ai venditori di sigari, al cocotaxi, alle donne venditrici di frutta e verdura di sperduti paesi dell'interno dell'isola, curiosi di capire come due turisti europei fossero giunti nelle colorate strade del loro paesino. Progetti futuri: montare una serie di immagini ed interviste per produrre un documentario di 24 minuti, e continuare ad esporre "Cuba" in altre città.
La mostra fotografica "Cuba", presso il Polo Culturale San Francesco di Monterubbiano (FM), sarà visitabile sabato 10 e domenica 11, dalle 15 alle 17.

0 commenti:

Posta un commento

 

_

Nota

Diario Latino non rappresenta una testata giornalistica perchè è aggiornato senza alcuna periodicità. Non può, quindi, considerarsi prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. L'autore non è un giornalista professionista e non è responsabile dei contenuti dei blog ai/dai quali è linkato. I commenti sono sottoposti ad approvazione. Diario Latino is licensed under Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License. Proibita la ripubblicazione su altri siti/blogs.

Licenza Creative Commons

Statistiche