Illuminare il lato oscuro della dittatura argentina: El brillo de tu mirada

centro-cultural-haroldo-conti
Far entrare la luce nell'oscurità dei centri di detenzione clandestini organizzati dalla dittatura argentina, come la Escuela Superior de Mecánica de la Armada (E.S.M.A.) di Buenos Aires. Luce riflessa da specchi che hanno una storia relazionata con la E.S.M.A., in quanto appartenuti a persone che hanno vissuto il periodo della dittatura militare, iniziata col colpo di stato del 24 marzo 1976, o che furono vittime del terrorismo di stato e delle violazioni di diritti umani. Questo lo spunto da cui parte la mostra El brillo de tu mirada, inaugurata il 1 dicembre e visitabile fino al 4 marzo 2012, al Centro Cultural de la Memoria “Haroldo Conti”. Si trova all'interno del perimetro della ex Escuela Superior de Mecánica de la Armada. Nelle intenzioni degli organizzatori Cristina Piffer e Hugo Vidal, l'idea della luce che entra dall'esterno ha anche un valore simbolico. Quello della volontà della società civile attuale di indagare le realtà delle sparizione forzate, del furto dei minori, degli omicidi politici e delle violazioni dei diritti umani, che l'allora cupola militare della dittatura argentina voleva tenere nascoste nell'ombra. Dittatura, che impose un modello di paese politicamente autoritario, economicamente regressivo e socialmente ingiusto.
Il Centro Cultural de la Memoria, in Avenida Del Libertador, 8151, fa parte del Espacio para la Memoria y para la Promoción y Defensa de los Derechos Humanos, nel perimetro della ex E.S.M.A. E' intitolato a Haroldo Conti, scrittore argentino sequestrato e desaparecido dalla dittatura militare nel 1976. El brillo de tu mirada è visitabile fino al 4 marzo 2012 con ingresso libero.


0 commenti:

Posta un commento

 

_

Nota

Diario Latino non rappresenta una testata giornalistica perchè è aggiornato senza alcuna periodicità. Non può, quindi, considerarsi prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. L'autore non è un giornalista professionista e non è responsabile dei contenuti dei blog ai/dai quali è linkato. I commenti sono sottoposti ad approvazione. Diario Latino is licensed under Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License. Proibita la ripubblicazione su altri siti/blogs.

Licenza Creative Commons

Statistiche