Città del Messico. Scoperta archeologica al Templo Mayor

templo-mayor
Una piattaforma circolare larga 16 metri ed alta 1,5 dell'età approssimativa di 500 anni, è stata scoperta da archeologi dell'Instituto Nacional de Antropología e Historia (INAH) in piazza Manuel Gamio, a Città del Messico. La piattaforma circolare è stata rivenuta a 5 metri di profondità e si trova di fronte al Templo Mayor e ne costituisce parte del recinto sacro. L'ipotesi più accreditata è che si tratti di un cuauhxicalco, una zona cerimoniale dove vennero sepolti alcuni tlatoanis, i governanti di Tenochtitlan, capitale dell'impero Azteco. Nel sito archeologico, di queste piattaforme circolari ce ne erano 5, secondo le cronache storiche di Bernardino di Sahagun, nelle quali si legge anche che ben 78 edifici componevano il recinto sacro del Templo Mayor, come ricorda l'archeologo dell'Instituto Nacional de Antropología e Historia (INAH), Raul Barrera. Il recinto sacro del Templo Mayor, era il maggior spazio cerimoniale e religioso di Tenochtitlan. La piattaforma circolare rinvenuta nel sito archeologico, è fatta con pietre coperte di fango e verniciata con stucco. E' decorata con una ventina di teste di serpente, alcune delle quali in basalto e lunghe 45 centimetri. Secondo il direttore dell'INAH, Alfonso de María y Campos è stata costruita nel periodo denominato IV B del Templo Mayor (1469-1481), sotto il governo di Axayácatl. Oltre alla piattaforma circolare sonostate trovate lastre con iscrizioni e simboli: uno scudo mexica (termine con cui gli Aztechi chiamavano loro stessi) ed ornamenti che rappresentano fuoco o fumo, forse relativi a procedure di riduzione in cenere dei cadaveri.
serpente
La struttura circolare sembra essere parte di un più ampio edificio del quale sarebbero ancora coperti sia il pavimento che le mura perimetrali. Si pensa inoltre che esista una scalinata attraverso la quale i sacerdoti aztechi scendessero dal Templo Mayor verso questa piattaforma durante le cerimonie religiose. Il ritrovamento è avvenuto nell'ambito dei lavori di ampliamento dell'accesso al museo del Templo Mayor su via República de Guatemala. Al momento sono in corso lavori di pulizia, delimitazione e conservazione del sito archeologico per capire la grandezza esatta dell'area del ritrovamento. Ritrovamenti archeologici non nuovi a Città del Messico, capitale della più vasta nazione del Centroamerica, che sorge sul sito un tempo occupato dalla capitale dell'impero azteco: Tenochtitlan.


0 commenti:

Posta un commento

 

_

Nota

Diario Latino non rappresenta una testata giornalistica perchè è aggiornato senza alcuna periodicità. Non può, quindi, considerarsi prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. L'autore non è un giornalista professionista e non è responsabile dei contenuti dei blog ai/dai quali è linkato. I commenti sono sottoposti ad approvazione. Diario Latino is licensed under Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License. Proibita la ripubblicazione su altri siti/blogs.

Licenza Creative Commons

Statistiche