Il salvataggio dei 33 minatori cileni, nel documentario di Orlando Arriagada, Derrière le miracle

orlando-arriagada
Ad ottobre 2010 scrivevo di come il salvataggio dei 33 minatori cileni della Mina San Josè, a Copiapó, nel deserto di Atacama, si apprestasse a divenire spunto per documentari e film. Ora voglio segnalare il documentario Derrière le miracle, dal titolo originale in francese, del cileno Orlando Arriagada, trasmesso dall'emittente RDI a febbraio. Tema, manco a dirlo, il salvataggio dei 33 minatori cileni della Mina San Josè, a Copiapó, e il loro passaggio dall'oscurità alla luce, come dice il sottotitolo presente nel sito ufficiale del progetto. A partire dalla lettura del biglietto, divenuto oramai icona del salvataggio, "Estamos bien en el refugio los 33", Derrière le miracle punta a descrivere come l'evento sia stato coperto mediaticamente e trasmesso in diretta nel mondo, emozionando e coinvolgendo l'opinione pubblica di diversi continenti. Facendo sentire quei 33 minatori, non più solo cileni, ma semplicemente lavoratori, vittime di un sistema che si disinteressa delle condizioni di sicurezza sui luoghi di lavoro, specialmente del settore minerario. Attraverso immagini originali, selezionate, d'impatto, alcune inedite, cerca di ricostruire come i soccorritori e i volontari si siano dati da fare per estrarre i 33 minatori dal pozzo, e propone momenti di vita quotidiana all'interno del Campo Esperanza dove i familiari dei 33 minatori hanno vissuto lunghe settimane di attesa. Derrière le miracle lo racconta dal punto di vista cronologico, anche attraverso immagini originali delle telecamere inserite all'interno della Mina San Josè di Copiapò. Per realizzare il progetto Orlando Arriagada ha chiesto la collaborazione di tutti i minatori, per poi accordarsi con 4 di loro: Carlos Mamani, Edison Peña, Ariel Ticona, Luis Urzúa, che in altrettante interviste parlano sia del periodo passato a 624 metri di profondità e sul ritorno in superficie grazie alla capsula Fenix-2. Un ruolo da coprotagonisti hanno anche Isabel Allende Bussi, Pedro Gallo, Laurence Goldborne, Pamela Leiva, Reinaldo Sepúlveda. Anche attraverso le loro opinioni Orlando Arriagada ha voluto raccontare la storia di ciò che è successo nel sottosuolo del deserto di Atacama e del riflesso che ciò ha avuto in superficie.


0 commenti:

Posta un commento

 

_

Nota

Diario Latino non rappresenta una testata giornalistica perchè è aggiornato senza alcuna periodicità. Non può, quindi, considerarsi prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. L'autore non è un giornalista professionista e non è responsabile dei contenuti dei blog ai/dai quali è linkato. I commenti sono sottoposti ad approvazione. Diario Latino is licensed under Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License. Proibita la ripubblicazione su altri siti/blogs.

Licenza Creative Commons

Statistiche