E' brasiliano il nuovo direttore generale della F.A.O.

josé-graziano-da-silva
E' il primo sudamericano eletto direttore generale della F.A.O., agenzia dell'O.N.U. con sede a Roma, che si occupa di combattere il flagello della fame nel mondo. Resterà in carica fino al luglio 2015.
61 anni, laureato in Agronomia con master in Economia e Sociologia Rurale all'Università di San Paolo, José Graziano da Silva ha ricevuto 92 voti superando l'ex Ministro degli Esteri spagnolo, il socialista Miguel Angel Moratinos. Gli altri candidati di Austria, Indonesia, Iran e Iraq si erano ritirati dopo la prima votazione. Ex ministro per la Sicurezza Alimentare del governo di Luiz Inacio “Lula” da Silva, fautore del programma “Fame zero”, José Graziano da Silva ha ottenuto l'appoggio degli stati latinoamericani, Messico escluso, e dell'Africa, mentre gli europei hanno preferito Moratinos. Va sottolineata l'assenza dalla sede F.A.O. dell'ex presidente brasiliano "Lula" da Silva, e dell'attuale presidentessa Dilma Rousseff, pare a causa delle tensioni Brasile-Italia a seguito della vicenda dell'estradizione di Cesare Battisti. “Non è stata una scelta tra il nord e il sud”, ha detto José Graziano da Silva, nel suo primo intervento da segretario generale della F.A.O., “ma un legittimo processo democratico”. Provenendo dalla positiva esperienza del programma “Fame Zero”, spinto proprio dal nuovo direttore generale è auspicabile che la futura azione della F.A.O. punti ad un maggiore protagonismo e collaborazione i paesi del sud del mondo, dove il problema fame è più grave.
Secondo alcuni si tratta di uno spostamento verso l'America Latina degli equilibri di alcune istituzioni mondiali, che potrebbe proseguire se il candidato messicano a presidente del Fondo Monetario Internazionale, Agustin Carstens, risultasse eletto.
Dal 2006 rappresentante regionale per l'America Latina e Caraibi, José Graziano da Silva entrerà in carica il primo gennaio 2012, allo scadere del mandato del senegalese Jaques Diouf.

0 commenti:

Posta un commento

 

_

Nota

Diario Latino non rappresenta una testata giornalistica perchè è aggiornato senza alcuna periodicità. Non può, quindi, considerarsi prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. L'autore non è un giornalista professionista e non è responsabile dei contenuti dei blog ai/dai quali è linkato. I commenti sono sottoposti ad approvazione. Diario Latino is licensed under Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License. Proibita la ripubblicazione su altri siti/blogs.

Licenza Creative Commons

Statistiche