Grigio cenere

vulcano-puyehue
Da circa 12 giorni, da quando il vulcano Puyehue, in Cile, ha iniziato ad eruttare, gli abitanti di Villa Angostura e circondario, in Argentina, hanno smesso di vedere il sole. Il grigio cenere è la tonalità dominante, uniforme, per strada, nei parchi, nel cielo, perfino sulla superficie del lago Nahuel Huapi, su cui si affaccia anche San Carlos de Bariloche. Nuvole grigie trasportate dal vento sorvolano la città, a volte investendola e riducendo la visibilità a pochi metri. Classificata ieri “zona di disastro ed emergenza” per rendere più rapido l'arrivo degli aiuti, Villa Angostura è stata bagnata da piogge che hanno favorito la formazione di rivoli di fango. L'80% della popolazione è senza energia elettrica, che torna e salta in continuazione; razionata anche l'acqua, per le strade c'è scarso movimento e numerose sono le famiglie trasferitesi in altre città o dai parenti.
vulcano-puyehue
Il lago Nahuel Huapi è oggi irriconoscibile, ricoperto in superficie da uno strato di cenere che lo rende uguale al terreno circostante. Alcune imbarcazioni sono rimaste bloccate dall'indurimento dello strato di cenere del vulcano Puyehue. Nahuel Huapi è anche un parco nazionale, attualmente chiuso al pubblico. A Villa Angostura, rami che giacevano in terra, spezzati dal peso della cenere umida, sono stati raccolti da alcuni volontari e consegnati alle famiglie che necessitano legna per riscaldarsi, visto che in Argentina è inverno e che Villa Angostura e San Carlos de Bariloche sono località di vacanza invernale. A lavorare per il ritorno alla normalità sono i volontari del Comité de Incidencia, composto sia da persone del luogo che provenienti dal resto dell'Argentina, oltre a personale dell'Esercito e della Polizia.
Pesante il contraccolpo economico per il turismo. Costante il monitoraggio per il rischio inquinamento delle falde acquifere e dei corsi d'acqua utilizzata per l'irrigazione. In ginocchio sono anche l'agricoltura e l'allevamento. Pecore e mucche ingrigite e smarrite dalla scomparsa di quelli che erano i loro pascoli, ora coperti di cenere, vengono accudite dagli allevatori. Alcune stanno morendo di fame. Il pascolo e la coltivazione dei campi sono le uniche attività per gli abitanti dei piccoli paesi attorno al lago Nahuel Huapi ed ai paesi di Villa Angostura e San Carlos de Bariloche. Gli esperti provano a darne una lettura positiva, sostenendo che, col tempo, la cenere del vulcano Puyehue porterà elementi nutrienti per il terreno, trasformandosi in fertilizzante e rendendo più ricco il pascolo. Dall'altra parte del confine, intanto, in Cile, alcuni fiumi hanno aumentato la temperatura ad oltre 40 gradi, causando morie di pesci.
vulcano-puyehue
Relativamente al problema del trasporto aereo le compagnie L.A.N., Aerolíneas Argentinas e Austral hanno ripreso a volare sia dall'aeroporto di Buenos Aires che da Tucumán. Non è stata comunicata invece la data riapertura dell'aeroporto di Bariloche.
Infine il presidente della AFA, Julio Grondona ha assicurato che il programma della Copa America di calcio non sarà modificato. L'inaugurazione prevista il primo luglio, l'arrivo delle varie nazionali e dei relativi spettatori, ha concluso Grondona, non sono al momento a rischio per la situazione degli aeroporti, che dovrebbe tornare alla normalità entro pochi giorni.

0 commenti:

Posta un commento

 

_

Nota

Diario Latino non rappresenta una testata giornalistica perchè è aggiornato senza alcuna periodicità. Non può, quindi, considerarsi prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. L'autore non è un giornalista professionista e non è responsabile dei contenuti dei blog ai/dai quali è linkato. I commenti sono sottoposti ad approvazione. Diario Latino is licensed under Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License. Proibita la ripubblicazione su altri siti/blogs.

Licenza Creative Commons

Statistiche