Perù: Alberto Fujimori ricoverato in ospedale

Camminando lentamente e apparendo dimagrito, Alberto Fujimori è stato accompagnato all'Hospital de Neoplásicas di Lima per un improvviso aggravamento delle sue condizioni di salute. Il trasferimento è avvenuto alle 17 nel pomeriggio di giovedì scorso (mezzanotte di venerdì in Italia).



Ex uomo forte del Perù dal 1990 al 2000, ad aprile 2009 è stato condannato a 25 anni per violazione dei diritti umani e corruzione e rinchiuso in una base militare. La strage di Barrios Altos, alla periferia di Lima, datata 1991, e quella dell’Universidad La Cantuta dell’anno successivo, restano le pagine più nere della storia recente del Perù. Era stato operato nel marzo scorso per una leucoplasia precancerosa sulla lingua. L'ultima delle 4 cui si è sottoposto in pochi mesi. “El Chino”, come lo chiamano i suoi sostenitori, di 73 anni, nelle ultime settimane aveva partecipato alla campagna elettorale per le elezioni presidenziali in Perù della figlia, Keiko Fujimori, sconfitta al ballotaggio del fine settimana scorso da Ollanta Humala. Contemporaneamente ha continuato a perdere peso e forza nelle articolazioni, ha comunicato Alejandro Aguinaga, medico personale e parlamentare peruviano. Alberto Fujimori, dal 2007, sconta la sua condanna nella Dirección de Operaciones Especiales de la Policía di Lima, dove gode di particolari benefici come permessi per ricevere visite, un giardino personale ed una sala conferenze. L'indulto nei suoi confronti era uno dei punti nel programma di sua figlia Keiko Fujimori, che lo aveva definito “il miglior presidente della storia del Perù”. Sia il nuovo presidente peruviano Ollanta Humala che il vicepresidente, Omar Chehade, hanno avanzato la possibilità di valutare la condizione di salute di Alberto Fujimori e, se necessario, concedere l'indulto umanitario.
E proprio l'arrivo di un malessere a meno di una settimana dalla sconfitta eletorale della figlia Keiko, sta animando il dibattito, già infiammato dalla questione delle sterilizzazioni forzate. Numerose testimonianze di donne, soprattutto povere e delle zone rurali, denunciano da tempo violazioni della libertà personale e vessazioni durante il governo fujimorista. La società peruviana è divisa sulla reale entità del malessere di Alberto Fujimori, funzionale, secondo alcuni, solo a riportare alla ribalta il tema dell'indulto.

0 commenti:

Posta un commento

 

_

Nota

Diario Latino non rappresenta una testata giornalistica perchè è aggiornato senza alcuna periodicità. Non può, quindi, considerarsi prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. L'autore non è un giornalista professionista e non è responsabile dei contenuti dei blog ai/dai quali è linkato. I commenti sono sottoposti ad approvazione. Diario Latino is licensed under Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License. Proibita la ripubblicazione su altri siti/blogs.

Licenza Creative Commons

Statistiche