7 nuovi siti archeologici Maya rinvenuti dall'Inah a Merida

maya
Sette nuovi siti archeologici Maya sono stati individuati in un'area di circa 1000 ettari nelle campagne circostanti la zona di Sitpach, ad est della città di Merida, nello Yucatan. La datazione viene fatta risalire al periodo Tardo Preclassico, che va dal 400 a.C. al 200 d.C.), spiegano dall'INAH. Ciò cambia la cronologia stabilita per questa regione. Si pensava infatti che qui i Maya avessero vissuto solo nel periodo Classico, cioè dal 200 al 600 d.C.
Nei nuovi siti archeologici sono state rinvenute strutture architettoniche, reperti in ceramica e una importante quantità di resti umani inumati. Sono stati chiamati: Oxmul, Polok Ceh, Cuzam, Chan Much, Nichak, Tzakan y Chankiuik. Nella sola Oxmul sono stati ritrovati resti di circa 75 individui, assieme a frammenti di vasellame in ceramica policromatico mai rinvenuto prima nella zona. A Merida opera l'archeologo Luis Raúl Pantoja Díaz, che ha spiegato come dopo tali ritrovamenti, bisogna retrodatare la cronologia degli insediamenti nella zona, pensando alla presenza di una società più organizzata e strutturata con uno sviluppo economico diffuso già nel periodo Tardo Preclassico. Ora il materiale è a disposizione degli specialisti di archeologia, restauro e antropologia fisica del centro INAH nello Yucatan. Attorno alla città di Merida, ricca di siti archeologici, sono già state scoperte strutture architettoniche Maya, alcune delle quali aperte al pubblico dopo un lavoro di recupero e consolidamento. A settembre, infine, l'INAH darà il via ad un progetto di restauro in un'altro importante sito archeologico Maya.

0 commenti:

Posta un commento

 

_

Nota

Diario Latino non rappresenta una testata giornalistica perchè è aggiornato senza alcuna periodicità. Non può, quindi, considerarsi prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. L'autore non è un giornalista professionista e non è responsabile dei contenuti dei blog ai/dai quali è linkato. I commenti sono sottoposti ad approvazione. Diario Latino is licensed under Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License. Proibita la ripubblicazione su altri siti/blogs.

Licenza Creative Commons

Statistiche