Contro la violenza sulle donne. Presentata l'iniziativa "Bajo las alas de las mariposas"

bajo-las-alas-de-las-mariposas
A mezzo secolo dall'uccisione di Patria, Minerva e María Teresa Mirabal, di cui ho parlato nel post precedente, la Assemblea delle Nazioni Unite ha lanciato la campagna informativa “Bajo las alas de las Mariposas”. Mariposas era il soprannome delle tre hermanas Mirabal, uccise il 25 novembre 1960 per il loro lavoro di resistenza al regime dittatoriale della Repubblica Dominicana guidato da Rafael Leonidas Trujillo. Dal 1999 quella data è stata scelta come "Giornata mondiale dell'eliminazione della violenza contro le donne".
Secondo dati della Procuraduría General de la República Dominicana, però, nel 2008 si sono registrati 185 femminicidi, cifra che segna un +16,3% rispetto all'anno anteriore. I dati sono emersi in una conferenza stampa cui ha partecipato la Coordinadora Residente del Sistema de las Naciones Unidas en República Dominicana, Valerie Julliand, che ha spiegato come non siano solo le istituzioni a dover fare la loro parte ma tutta la società. Spesso infatti, in alcune realtà sociali, questo comportamento risponde ad uno stereotipo considerato normale in quanto accettato e protratto per secoli. Il concetto di violenza sulla donna non si limita al maltrattamento fisico, hanno aggiunto gli altri ospiti della conferenza stampa, ma si estende anche alle aggressioni alla sua dignità e sentimenti. Diversi i media attraverso i quali sarà veicolata la campagna “Bajo las alas de las Mariposas”: oltre alla diffusione di statistiche e racconti di esperienze vissute in prima persona su Twitter e Facebook, verranno allestiti cineforum in quartieri periferici ad alto tasso di emarginazione sociale di Santo Domingo e San Pedro de Macorís durante i quali si discuterà del tema dopo la proiezione del film Trópico de Sangre, che documenta l'uccisione delle sorelle Mirabal.

0 commenti:

Posta un commento

 

_

Nota

Diario Latino non rappresenta una testata giornalistica perchè è aggiornato senza alcuna periodicità. Non può, quindi, considerarsi prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. L'autore non è un giornalista professionista e non è responsabile dei contenuti dei blog ai/dai quali è linkato. I commenti sono sottoposti ad approvazione. Diario Latino is licensed under Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License. Proibita la ripubblicazione su altri siti/blogs.

Licenza Creative Commons

Statistiche