A pochi giorni dalle elezioni, ucciso il candidato favorito a governatore di Tamaulipas, Rodolfo Torre



Ad una settimana dalle elezioni di domenica prossima in 12 stati del Messico, proprio quando la campagna elettorale stava giungendo al termine, la violenza dei narcos è tornata a colpire. E stavolta hanno colpito in alto. Lunedì mattina alcuni sicari hanno ucciso il candidato a governatore dello stato di Tamaulipas, per la coalizione Todos Tamaulipas, Rodolfo Torre Cantú, e il deputato Enrique Blackmore Smer. Deceduti anche alcuni uomini della scorta presenti nei due suv verdi con insegne della campagna elettorale con cui il candidato si stava dirigendo all’aeroporto “Pedro José Méndez”. Il fatto è accaduto sulla strada che unisce la capitale Ciudad Victoria a Soto La Marina, mentre il candidato, da molti considerato il favorito, si stava recando ad alcuni comizi di chiusura della campagna elettorale.
rodolfo-torre-cantú-tamaulipas
I primi ad arrivare sono stati gli agenti della Policia Preventiva di Ciudad Victoria che sono coloro che lo hanno riconosciuto. Secondo gli inquirenti, i killers, che viaggiavano in almeno due veicoli, dopo aver fatto scendere gli occupanti dei due suv, hanno aperto il fuoco con AK-47, AR-15 e nove millimetri. Secondo un sondaggio dell’istituto Consulta Mitofsky il candidato del PRI, Rodolfo Torre Cantú, aveva circa il 67% delle preferenze, davanti a José Julián Sacramento, del Partido de Acción Nacional al 25%. Nato a Ciudad Victoria nel febbraio del 1964 era medico chirurgo all’Universidad Autónoma de Tamaulipas (UAT), il suo omicidio è stato condannato dalla presidente nazionale del PRI, Beatriz Paredes Rangel , che ha invitato i cittadini ad andare a votare tra una settimana come miglior risposta alla violenza.
Infatti, sette ore dopo la conferma della morte di Rodolfo Torre Cantú, l’Instituto Electoral de Tamaulipas ha confermato che le urne nel fine settimana saranno aperte. Conseguentemente, è stata convocata una riunione da urgente della direzione del Partido Revolucionario Institucional dello stato di Tamaulipas. Due i nomi che circolavano da indiscrezioni della stampa messicana per sostituire Rodolfo Torre Cantú: Manuel Muñoz Cano, coordinatore generale della campagna elettorale di Rodolfo, e Oscar Almaraz, candidato a deputato per il Partido Revolucionario Institucional. Dopo alcune ore e dopo aver consultato l’attuale governatore dello stato di Tamaulipas, Eugenio Hernández Flores, il colpo di scena: a candidarsi sarà il fratello maggiore dell'assassinato: Egidio Torre Cantú, che è così divenuto il nuovo candidato alle elezioni del prossimo 4 luglio, per la coalizione Todos Tamaulipas, formata, oltre che dal Partido Revolucionario Institucional, dal Partido Verde Ecologista e dal Partido Nueva Alianza (PANAL). La decisione è stata approvata dal Comité Ejecutivo Nacional del Partido Revolucionario Institucional.
Due milioni i cittadini con diritto al voto che saranno chiamati ad eleggere anche 43 sindaci dello stato. Egidio Torre Cantú è stato sindaco della capitale dello stato di Tamaulipas, Ciudad Victoria, dal settembre 2000 al dicembre 2001 come sostituto del dimissionario Enrique Cárdenas del Avellano.


0 commenti:

Posta un commento

 

_

Nota

Diario Latino non rappresenta una testata giornalistica perchè è aggiornato senza alcuna periodicità. Non può, quindi, considerarsi prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. L'autore non è un giornalista professionista e non è responsabile dei contenuti dei blog ai/dai quali è linkato. I commenti sono sottoposti ad approvazione. Diario Latino is licensed under Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License. Proibita la ripubblicazione su altri siti/blogs.

Licenza Creative Commons

Statistiche