Il Messico non è un paese per giornalisti. Ucciso Juan Francisco Rodríguez Ríos

I più fedeli tra i miei lettori ricorderanno che usai lo stesso titolo per l'articolo sulla morte, nel novembre del 2008, di un altro giornalista, José Armando Rodríguez Carreón.
Juan Francisco Rodríguez Ríos, quarantanovenne, e María Elvira Hernández Galeana, trentaseienne, erano marito e moglie. Lui era giornalista del periodico El sol de Acapulco, del Diario de Zihuatanejo e del Diario Objetivo. Sono stati uccisi entrambi ieri, nel negozio che gestivano a Coyuca de Benítez, località dello stato di Guerrero, sud del Messico. Juan Francisco Rodríguez Ríos, oltre ad essere corrispondente da Coyuca de Benítez, era dirigente locale della Delegación 29 del Sindicato Nacional de Redactores de Prensa. Quattro pallottole lo hanno raggiunto nella zona del torace, mentre la moglie è stata colpita alla testa. Illeso il figlio diciottenne della coppia. Gli inquirenti non escludono un tentativo di furto ai danni del locale, anche se nulla sembra essere stato sottratto. La Comisión Nacional de los Derechos Humanos de México (CNDH), ha classificato come inaccettabile ed inammissibile l'impunità delle aggressioni a giornalisti in Messico, paese in cui l'attività informativa si svolge spesso sotto la minaccia delle armi da fuoco. Con Juan Francisco Rodríguez Ríos sono quattro quelli uccisi in questo 2010, ben undici nel 2009, secondo i dati della Fundación para la Libertad de Expresión (Fundalex).

0 commenti:

Posta un commento

 

_

Nota

Diario Latino non rappresenta una testata giornalistica perchè è aggiornato senza alcuna periodicità. Non può, quindi, considerarsi prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. L'autore non è un giornalista professionista e non è responsabile dei contenuti dei blog ai/dai quali è linkato. I commenti sono sottoposti ad approvazione. Diario Latino is licensed under Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License. Proibita la ripubblicazione su altri siti/blogs.

Licenza Creative Commons

Statistiche