Perù. Migliaia di persone giungono a Puno per la Festa della Virgen de la Candelaria


All’inizio del mese di febbraio, dal primo al 18, la città di Puno, nel sud del Perù, si veste a festa per celebrare la grande cerimonia della “Candelaria”, in onore alla sua patrona: la Virgen de la Candelaria. Tra i cittadini di Puno è chiamata colloquialmente ed affettuosamente "Mamacha Candelaria", "Mamita Canticha" o "MamáCandi". Festa religiosa in stile popolare, nella quale si esprime in modo singolare lo stile di vita e la creatività della popolazione, unisce la matrice indigena col cattolicesimo. Il risultato è un sincretismo in cui convivono a poca distanza chi prega e chi si diverte danzando con vestiti colorati tra la moltitudine di partecipanti. Nata in tempi antichi con il solo scopo religioso, la festa della Candelaria esprime oggi la volontà di divertirsi e di affermare la creatività del popolo di Puno. Dai paesi vicini, moltissimi sono coloro che accorrono. I partecipanti, per lunghi mesi all’anno, preparano coreografie e cuciono le vesti per offrire alla Virgen de la Candelaria una splendida sfilata. E’ una festività con radici tanto antiche da colpire i visitatori che vi assistono, e i circa settecento partecipanti, cattolici o meno, che puntano con balli, suoni e canti a stupire sia i forestieri sia i loro concittadini. La festa negli anni si è trasformata in una grande occasione di riunione e divertimento per molti giovani del circondario. Ciò permette di realizzare, a margine, anche un piccolo festival musicale con gruppi locali. Nella settimana antecedente la festa della Candelaria, la immagine della Virgen viene portata in processione dalla piccola piazza di Puno, fino alla Iglesia de San Juan, nella quale giungono migliaia di fedeli a renderle omaggio.


0 commenti:

Posta un commento

 

_

Nota

Diario Latino non rappresenta una testata giornalistica perchè è aggiornato senza alcuna periodicità. Non può, quindi, considerarsi prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. L'autore non è un giornalista professionista e non è responsabile dei contenuti dei blog ai/dai quali è linkato. I commenti sono sottoposti ad approvazione. Diario Latino is licensed under Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License. Proibita la ripubblicazione su altri siti/blogs.

Licenza Creative Commons

Statistiche