Nuovo terremoto ad Haitì

terremto-haiti; sopravvissuti-haitiA mezzogiorno e tre minuti, ora italiana, le 6:03 del mattino ad Haitì, la terra ha tremato ancora. Un terremoto di 6,1 gradi della scala Richter ha scosso l’isola. Dal dodici gennaio, giorno della catastrofe, sono una cinquantina le scosse registrate dai sismografi. Ma quella di oggi, con epicentro a 42 chilometri ad ovest di Jacmel, localizzato a 10 chilometri di profondità, ha fatto tornare la paura per le strade, ha svegliato quanti dormivano per le strade, nelle piazze o nei giardini pubblici, ha fatto tremare i ruderi rimasti ancora in piedi e ha fatto crollare alcuni edifici già danneggiati dal sisma di una settimana fa. Corrispondenti del quotidiano spagnolo El Mundo ipotizzano che questi nuovi crolli potrebbero aver aumentato il numero di morti, dato che molti senza dimora si sono accampati appena sotto i resti di quelle che erano le loro abitazioni, ora un mucchio di cemento pericolante. Essendo molti quelli che ancora resistono, intrappolati tra le macerie, questa scossa preoccupa molto i soccorritori, perché potrebbe aver reso ancor più difficile arrivare ad estrarre i sopravvissuti. Due giorni fa, scosse di terremoto erano state registrate in Guatemala e Argentina, ieri nelle isole Cayman. Oggi Haitì, di nuovo.

0 commenti:

Posta un commento

 

_

Nota

Diario Latino non rappresenta una testata giornalistica perchè è aggiornato senza alcuna periodicità. Non può, quindi, considerarsi prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. L'autore non è un giornalista professionista e non è responsabile dei contenuti dei blog ai/dai quali è linkato. I commenti sono sottoposti ad approvazione. Diario Latino is licensed under Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License. Proibita la ripubblicazione su altri siti/blogs.

Licenza Creative Commons

Statistiche