El secreto de sus ojos e La teta asustada: un pezzo di cinema latinoamericano in corsa per l'Oscar

la-teta-asustadaDue i film che rappresenteranno il cinema latinoamericano nella corsa al Premio Oscar per la categoria “miglior film straniero”: si tratta di due “soliti noti”, per i lettori del mio blog: El secreto de sus ojos, del regista argentino Juan José Campanella, e La teta asustada, della regista peruviana Claudia LLosa. Entrambi, nel 2009 sono stati premiati in importanti rassegne come il Festival internacional del nuevo cine latinoamericano di La Habana o il Festival di Berlino. Inoltre, entrambi competono ai Premios Goya, che avranno luogo il 14 febbraio, al Palacio Municipal de Congresos del Campo de las Naciones, di Madrid, e saranno trasmessi in diretta da Televisión Española. Gli altri film rimasti in gara per ricevere il Premio Oscar a “miglior film straniero” sono: l'australiano Samson & Delilah, il francese Il profeta, il bulgaro The world is big and salvation lurks around the corner, il tedesco Il nastro bianco, l'israeliano Ajami, il kazako Kelin, l'olandese Winter in wartime.
Di questi, il prossimo due febbraio, ne resteranno solo cinque: all'interno di questa cinquina sarà selezionato il vincitore, che riceverà il premio nel corso della serata finale dell'ottantaduesima edizione degli Oscar. Avrà luogo il sette marzo, al Kodak Theatre di Los Angeles. La pellicola favorita per aggiudicarsi l’ambita statuetta è Il nastro bianco, del tedesco Michael Haneke, già vincitrice della Palma d’Oro al Festiva di Cannes, e del Globo d’Oro: quest'ultimo, è il premio considerato un antipasto dell’Oscar.
Nulla da fare per la coproduzione ispano-argentina El baile de la victoria, del regista spagnolo Fernando Trueba, interpretata dall'attore argentino Ricardo Darín, che è stata esclusa. La Academia del cine de España la aveva selezionata per rappresentare proprio la Spagna nella corsa all'Oscar.

0 commenti:

Posta un commento

 

_

Nota

Diario Latino non rappresenta una testata giornalistica perchè è aggiornato senza alcuna periodicità. Non può, quindi, considerarsi prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. L'autore non è un giornalista professionista e non è responsabile dei contenuti dei blog ai/dai quali è linkato. I commenti sono sottoposti ad approvazione. Diario Latino is licensed under Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License. Proibita la ripubblicazione su altri siti/blogs.

Licenza Creative Commons

Statistiche