Eventi italo-latinoamericani, tra Italia e Sud America

Si fanno sempre scoperte interessanti navigando su Bitacoras, aggregatore di blog italo-sudamericani: in una domenica di dicembre, ad esempio, si scopre che il blog M.I.A., presenta un concorso letterario destinato ai migranti di seconda generazione. E’ intitolato proprio "Seconda Generazione", e, ad organizzarlo, è Fazi Editore, che lo rivolge a romanzi, mémoires e raccolte di racconti inediti, non necessariamente opere prime, scritti in italiano. Non ci sono limiti di età per i partecipanti. Dal 1º novembre scorso al 28 febbraio 2010, è possibile inviare il proprio manoscritto alla casa editrice. Una giuria di qualità composta da critici letterari e figure di spicco del mondo della cultura sceglierà l’opera vincitrice entro il 30 aprile 2010. Il premio consiste nella pubblicazione dell’opera entro il 2010 e in un anticipo di 3000 euro sul contratto di edizione. Il vincitore sarà proclamato al prossimo Salone del Libro di Torino, dove si svolgerà la cerimonia di premiazione.
Continuando la navigazione su Vero Sudamerica, si viene a sapere che la prima presentazione del libro "L'altra America. Tra Messico e Venezuela, storie dell'estremo Occidente", scritto da Antonio Pagliula e Piero Armenti, avverrà a Salerno, lunedì 14 dicembre, alle ore 17:30. Sede: il punto Einaudi in Corso Vittorio Emanuele. Ne discuteranno con gli autori, Omero Ciai, giornalista de La Repubblica, il Professor Carmine Pinto, docente di Storia Contemporanea all'Università degli Studi di Salerno, il Professor Vito Galeota, docente di Letteratura Ispanoamericana dell'Univerisità "L'Orientale" di Napoli.
Il blog di Angelo D’Addesio, Il grande Sud, invece, propone per il secondo anno consecutivo l’iniziativa “personaggio latinoamericano dell’anno”, senza promuovere direttamente un nome sugli altri ma lasciando, cito testualmente, “democraticamente che siano i lettori a scegliere perché più occhi vedono meglio. E poi perché chi non sa, non conosce, possa trarre occasione per avvicinarsi alla storia del Sud in questi ultimi anni e dei personaggi che lo contraddistinguono e chissà, provare un misto di consolazione,di aspirazione e di umiltà”. Al momento di scrivere questo post, in testa al gradimento dei lettori il presidente brasiliano Luis Ignacio “Lula” Da Silva, mentre il mio candidato, nel senso che l'ho votato, Mauricio Funes, resiste in seconda piazza.
E restiamo in Brasile, perché il blog Brasil meu amor informa che sono in preparazione i nuovi corsi primaverili di "Lingua e cultura brasiliana" presso il Circolo ARCI "Benassi" di Bologna, sito in Viale Cavina 5. Per quanto riguarda il I modulo, scrive, Sandra Biondo, rivolto a principianti e falsi principianti, le lezioni avranno inizio a marzo e termineranno a maggio per un totale di dodici incontri di novanta minuti, il mercoledì dalle 19 alle 20:30. Il II modulo, riservato a coloro che hanno già frequentato il primo, si terrà sempre al mercoledì ma dalle 21 alle 22:30.
Infine è Fabrizio Lorusso a segnalare che venerdì 11 dicembre il Comitato di Solidarietà “Los pequeños de Villalpandoorganizza un concerto intitolato “The four seasons live & more”, con musiche di Vivaldi, Mozart, Piazzola e Ponce. Si svolgerà al "Teatro l’Arca", Corso XXII marzo, 23, a Milano, dalle 20:45. L’ingresso è ad offerta libera e tutto il ricavato andrà al Comitato di Solidarietà “Los pequeños de Villalpando”. Nello spiegare il progetto, Fabrizio scrive che, grazie agli scambi culturali effettuati dal 2001 a oggi, tra il Civico Liceo Linguistico “A. Manzoni” di Milano, e l’Instituto de Humanidades y Ciencias (Inhumyc) di Città del Messico, è stato possibile constatare la difficile situazione in cui vive la maggior parte dei messicani. In una uscita didattica, organizzata dalla scuola messicana durante lo scambio, è stato visitato il Centro Comunitario di Sviluppo Infantile (C.C.S.I) “Los Pequeños de Villalpando”, un asilo con circa 250 bambini, assistiti da sei maestre, da un’assistente sociale, da tre cuoche e dalla Direttrice, Doña Ramona Rivas Cordero.L’asilo, è vicino a Tlalpan, nel quartiere de Los Hornos, estrema periferia, povera della capitale messicana ed è composto da tre malandate baracche, prive di elettricità, acqua potabile e servizi igienici adeguati. I bambini, divisi in sette gruppi, di età compresa dai sei mesi ai sei anni, versano in condizioni drammatiche e in contesti familiari preoccupanti: alcuni hanno madri, la cui età va da 15 a 19 anni, prive di scolarizzazione, che si prostituiscono, spesso con padri emarginati e violenti che picchiano le loro mogli e che presentano evidenti problemi psicologici.
L’Instituto de Humanidades y Ciencias ha attivato dal 1995 il progetto “Comparte-T” che fornisce sussidi economici e si occupa di aiutare e sostenere le maestre nei lavori domestici e nell’accudire i bambini. Anche il Civico Liceo Linguistico “A. Manzoni” ha aderito a questo progetto, e attraverso la generosità dei genitori, degli alunni e dei professori, ha consegnato, in 9 anni, nelle mani della responsabile della scuola Doña Ramona Rivas Cordero, consistenti contributi economici. Dal 2001, inoltre, si è formato il Comitato di Solidarietà che lavora in favore de “Los pequeños” organizzando eventi, mercatini di beneficenza, spettacoli a tema e incontri e i cui obiettivi principali sono:
  1. Garantire una sufficiente alimentazione ai bambini

  2. Costruire una struttura adeguata alle loro esigenze o migliorare la loro misera qualità di vita

  3. Finanziare vari progetti finalizzati all’educazione morale e culturale dei genitori dei bambini

Lo scopo di questo progetto non consiste tanto nell’elargire pura e semplice beneficenza ma mira ad aiutare e ad incontrare qualcuno diverso da noi, essere solidali gli uni con gli altri, essere più attivi costruendo così un mondo un po’ più equilibrato.


0 commenti:

Posta un commento

 

_

Nota

Diario Latino non rappresenta una testata giornalistica perchè è aggiornato senza alcuna periodicità. Non può, quindi, considerarsi prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. L'autore non è un giornalista professionista e non è responsabile dei contenuti dei blog ai/dai quali è linkato. I commenti sono sottoposti ad approvazione. Diario Latino is licensed under Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License. Proibita la ripubblicazione su altri siti/blogs.

Licenza Creative Commons

Statistiche