Elezioni in Cile: chi sfiderà Sebastian Piñera al ballottaggio? alla vigilia del primo turno regna ancora l'incertezza

Domani otto milioni di cileni andranno alle urne per il primo turno delle elezioni presidenziali che stabiliranno chi prenderà il posto di Michelle Bachelet al Palacio de la Moneda. Come ho già scritto nei post precedenti, in queste che sono le prime elezioni dopo la morte del dittatore Augusto Pinochet, avvenuta tre anni fa, c’è un chiaro favorito: il sessantenne Sebastián Piñera, di Coalición por el Cambio, che vincerà questo primo round con oltre il 35% dei voti. La vera disputa è per il secondo posto: di fronte l’ex presidente sessantasettenne Eduardo Frei e Marco Enríquez-Ominami, trentaseienne, distanziati, secondo l’ultimo sondaggio, da tre punti pencentuali. Il Cile è governato dal 1990 dalla coalizione di centro-sinistra Concertación de partidos por la democracia. La coalizione è formata da quattro partiti: il Partido Democrata Cristiano, da cui proviene il candidato Frei, il Partido Socialista, da cui fuoriuscito Marco Enríquez-Ominami, il Partido Por la Democracia e il Partido Radical Social Demócrata.
La questione, secondo me, passa per la scelta che faranno i candidati di sinistra dopo il riusultato di domani: infatti, a mio modo di vedere, l’appuntamento di domani, più che il primo turno delle presidenziali, rappresenta le vere elezioni primarie del centro-sinistra, che avrebbero dovuto svolgersi a maggio, tra Frei ed Enríquez-Ominami, ma che non sono mai state organizzate. Le inchieste e le analisi politiche che si succedono da mesi sulle pagine dei quotidiani cileni, dicono che al ballottaggio, andrà Eduardo Frei. Aggiungono però che, in caso di passaggio al secondo turno Marco Enríquez-Ominami otterrebbe un numero di voti superiore rispetto a Frei. Dunque avrebbe maggiori possibilità di vittoria. Il Partido Por la Democracia e il Partido Radical Social Demócrata, due dei componenti la Concertación, che al primo turno sostiene Frei, hanno affermato che sosterranno sin da lunedì Enríquez-Ominami, qualora sia questi a passare al secondo turno. Il nostro obiettivo, hanno spiegato i rispettivi presidenti, Pepe Auth e José Antonio Gómez, è battere Sebastián Piñera. L’incertezza nel centrosinistra, a ventiquattrore dal voto regna. Domenica sapremo chi, tra i due sfidanti, otterrà l’accesso al secondo turno.

0 commenti:

Posta un commento

 

_

Nota

Diario Latino non rappresenta una testata giornalistica perchè è aggiornato senza alcuna periodicità. Non può, quindi, considerarsi prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. L'autore non è un giornalista professionista e non è responsabile dei contenuti dei blog ai/dai quali è linkato. I commenti sono sottoposti ad approvazione. Diario Latino is licensed under Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License. Proibita la ripubblicazione su altri siti/blogs.

Licenza Creative Commons

Statistiche