La Lega Basket al fianco del Gruppo di Volontariato Civile, contro lo sfruttamento dei minori del Nicaragua

“Gruppo di Volontariato Civile”, (GVC) è un’organizzazione, laica, non governativa per la cooperazione allo sviluppo, riconosciuta dal Ministero degli Affari Esteri e dall'Unione Europea. Nata nel 1971 in Italia, a Bologna, oggi è attiva in molti paesi del sud del mondo, tra cui il Nicaragua.
Nel turno numero sette del campionato di basket Serie A, in programma ieri e oggi, le squadre scendono in campo con una motivazione in più: combattere lo sfruttamento minorile in Nicaragua, aiutando l’O.N.G.. GVC infatti, opera in Nicaragua dal 2001 con un importante programma rivolto ai bambini e agli adolescenti, vittime dello sfruttamento lavorativo e sessuale, del Dipartimento di Chinandega, e ha lanciato un appello a sostegno di questo progetto, raccolto dalla Lega Basket. Per sostenere il programma e aiutare la Onlus a combattere lo sfruttamento minorile, è possibile, fino al 30 novembre, inviare un SMS al numero 48582 da cellulari personali Tim, Vodafone e Wind e donare così 1 euro; la stessa numerazione sarà valida chiamando da rete fissa di Telecom Italia e il valore della donazione in questo caso sarà di 2 euro.
In questi anni di attività GVC ha potuto sottrarre allo sfruttamento sessuale e al lavoro minorile centinaia di bambini e di bambine, per ricondurli ad uno stile di vita adeguato alla loro età.
I volontari di GVC sono impegnati nell’offrire un fondamentale supporto sanitario, psicologico e giuridico ai bambini e alle bambine vittime dello sfruttamento sessuale. Sono al loro fianco nello sviluppo di un programma educativo attraverso borse di studio per le scuole primarie e secondarie e corsi di formazione professionale per i più grandi, in differenti ambiti tecnici.
Fiore all’occhiello del progetto è la Casa del Joven Voluntario, che GVC ha ristrutturato e trasformato in punto di ritrovo e aggregazione per i bambini e adolescenti di Chinandega. Al suo interno sono allestiti spazi per lo studio e per le attività ricreative, una sala informatica, una sala di auto-aiuto con una psicologa, un’area di ricreazione con tavoli da ping-pong, scrivanie per leggere e stare insieme.
Nella Casa del joven voluntario è nato inoltre il Grupo de Radio y Prensa: un gruppo di ragazzi e ragazze che, dopo aver frequentato un corso di giornalismo, gestisce un programma radiofonico quotidiano, per promuovere i diritti dell’infanzia e sensibilizzare la comunità locale contro la brutalità dello sfruttamento sessuale.
Con i fondi raccolti il Gruppo di Volontariato Civile intende acquistare una camionetta per l’unità di strada con cui contattare ed aiutare i minori vittime dello sfruttamento, potrà inoltre garantire la continuità delle attività della Casa del Joven Voluntario, assegnando borse di studio scolastiche e organizzando corsi di formazione professionale.


0 commenti:

Posta un commento

 

_

Nota

Diario Latino non rappresenta una testata giornalistica perchè è aggiornato senza alcuna periodicità. Non può, quindi, considerarsi prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. L'autore non è un giornalista professionista e non è responsabile dei contenuti dei blog ai/dai quali è linkato. I commenti sono sottoposti ad approvazione. Diario Latino is licensed under Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License. Proibita la ripubblicazione su altri siti/blogs.

Licenza Creative Commons

Statistiche