Conoscere Haitì e le storie personali dei suoi abitanti attraverso un romanzo. Oscar Fernandez e Hector Mendez sono gli autori di “El Inframundo"

L’estrema povertà, i riti millenari, la religione, i costumi degli abitanti di Haiti sono elementi fondamentali del libro “El Inframundo”. Nelle sue pagine, l’autore Oscar Fernandez, esemplifica la situazione di un popolo che, come molti altri in America centrale e meridionale e nei vari sud del mondo, vive una situazione estremamente difficile. Lo spagnolo Oscar Fernandez, nativo di Vigo, in Galizia, è un ingegnere col vizio della scrittura. Si definisce un vagamondo e un critico della società attuale. Il suo obiettivo è far arrivare agli occhi dei lettori la realtà quotidiana, troppo spesso disconosciuta. Attraverso questo tipo di narrativa scopriamo come le storie di persone le cui opinioni e stili di vita sono normalmente esclusi dalle cronache dei maggiori media possono, al contrario, essere importanti per delineare e comprendere la situazione sociale di una nazione . Quelle forme di cultura popolare, erroneamente definite “basse” da alcuni, come la religiosità, i riti pseudo-magici, la medicina popolare, le favole tramandate oralmente, completano l’informazione mainstream propinataci da quotidiani e televisioni, creando un circuito circolare di flusso informativo dall’alto verso il basso e viceversa.
Affascinato da sempre dalle tribù indigene dell’Africa, avvicinatosi poi anche ai nativi dell’America Centro-meridionale Oscar Fernandez sente l’obbligo di scrivere sulla situazione di povertà in cui vivono. Propone dunque una rivalutazione delle opinioni e delle interviste a quei soggetti che occupano porzioni marginali della società, normalmente poco o per nulla ascoltati perché definiti borderline, dunque inutili, vuoti quando non espressamente pericolosi. Per questo, durante un viaggio nell’isola di Hispanola, precisamente ad Haiti, ha deciso di scrivere un diario; dalla rilettura degli appunti è nata l’idea di ambientare un romanzo nell’isola, allo scopo di descrivere ciò che ha visto. Di fronte a gente priva di acqua potabile e tanto affamata da mangiare gatti randagi e galletas de barro, l’unico sentimento è l’impotenza, ha affermato in diverse interviste. Il suo compagno di avventura e co-autore Hector Mendez definisce “El Inframundo” un libro adatto a lettori di qualunque età, purchè armati di voglia di conoscere e imparare qual è il duro volto di questo paese povero e dimenticato dalle cronache internazionali. Scritta con parole semplici, la storia narra di due giovani stranieri che impattano con la vita quotidiana dell’isola, in un viaggio che li porterà a prendere coscienza della situazione di un popolo che lotta per la sopravvivenza in pieno ventunesimo secolo. A conoscere dei personaggi peculiari e a tratti pericolosi per la loro stessa incolumità, incattiviti dalle avversità della vita. Particolare attenzione è stata data al lato religioso. Quella religione che gli isolani si tramandano e praticano da tempi antichissimi. Circa settemila anni. Una lettura che riporta la nostra mente, assuefatta oramai agli agi del primo mondo, a riflettere su quel particolare tema che quotidianamente diamo per scontato: la possibilità di affrontare un nuovo giorno. In una parola: la sopravvivenza.


“El mundo sangra constantemente,
la realidad es más dura de lo que el corazón humano puede soportar,
el hambre, ¿cómo describirla?,
nos pone al nivel de los hombres irracionales,
pero el olvido, uff, ese sí que mata”


Un paese, Haiti, che vive nella dimenticanza e nella noncuranza internazionale, in cui oltre il 60% dei giovani non va a scuola, dove la percentuale di disoccupazione sfiora l’80%. Oscar Fernandez è anche autore di “Portavoz de la miseria”: scritto che affronta le situazioni di sfruttamento e il sessismo in alcuni posti di lavoro.

0 commenti:

Posta un commento

 

_

Nota

Diario Latino non rappresenta una testata giornalistica perchè è aggiornato senza alcuna periodicità. Non può, quindi, considerarsi prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. L'autore non è un giornalista professionista e non è responsabile dei contenuti dei blog ai/dai quali è linkato. I commenti sono sottoposti ad approvazione. Diario Latino is licensed under Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License. Proibita la ripubblicazione su altri siti/blogs.

Licenza Creative Commons

Statistiche