Evo Morales: dall'approvazione della Legge Elettorale alla partenza per la Cumbre de las Americas

Domenica Morales era ancora in sciopero della fame come metodo di pressione verso il Congreso de los Deputados, affinchè approvasse definitivamente la legge elettorale. Questa stabilisce il prossimo sei dicembre come data delle elezioni generali. Già da sindacalista aveva affrontato scioperi della fame più lunghi di questo.
Il giorno successivo, quinto di sciopero della fame, al temine di ventiquattro ore ininterrotte di negoziazione, è stato siglato l’accordo tra governo e opposizione sulla legge elettorale. La Ley Transitoria del Regimen Electoral, approvata dal Congreso de los Diputados con un voto realizzato articolo per articolo, è d’importanza capitale per l’esecutivo, che dal canto suo, si impegnerà a realizzare un nuovo censimento dei votanti, come richiesto dall’opposizione. Tale riforma conta con l’appoggio della Corte Nacional Electoral (CNE) e costerà alle casse dello stato ventisei milioni di euro. Saranno utilizzate le ultime tecnologie elettroniche per poter integrare il nome e cognome alla residenza, alle impronte digitali, alle fotografie complete di firma. Il presidente Morales, al conoscere la notizia, ha concluso il suo sciopero della fame che lo aveva portato a rinviare la sua prevista assistenza all’assemblea dei paesi della Alternativa Bolivariana y de las Américas (ALBA), in programma nel confinante Venezuela. Le elezioni generali in cui tenterà di farsi rieleggere per un secondo mandato si terranno dunque il sei dicembre. Venerdì, Morales è volato a Trinidad e Tobago per l’Assemblea dei paesi Americani.

0 commenti:

Posta un commento

 

_

Nota

Diario Latino non rappresenta una testata giornalistica perchè è aggiornato senza alcuna periodicità. Non può, quindi, considerarsi prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. L'autore non è un giornalista professionista e non è responsabile dei contenuti dei blog ai/dai quali è linkato. I commenti sono sottoposti ad approvazione. Diario Latino is licensed under Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License. Proibita la ripubblicazione su altri siti/blogs.

Licenza Creative Commons

Statistiche