Alvaro Uribe vola in Germania per incontrare Angela Merkel

alvaro uribe angela merkel
Ieri, una settimana dopo l'incontro col presidente del Venezuela, Hugo Chavez, il capo di stato colombiano Alvaro Uribe è volato in Germania, dove ad accoglierlo, ha trovato il cancelliere tedesco Angela Merkel. Oltre al capo di stato tedesco ha incontrato due ministri, alcuni impresari e i membri della fondazione Konrad Adenauer. Questi è stato il primo cancelliere della Repubblica federale di Germania, che ha guidato il nuovo Stato tedesco dal 1949 al 1963. Angela Merkel ha detto di appoggiare il cammino verso la pace e le iniziative che possano portare al miglioramento delle condizioni di vita dei colombiani.
Ma gli occhi dei colombiani volgono in queste ore al dipartimento di Caquetà, selva meridionale del paese. Qui tra oggi e mercoledì dovrebbero essere rilasciati da parte delle FARC sei sequestrati: quattro dei quali proprio oggi pomeriggio. Yves Heller, portavoce della Cruz Roja Internacional, dopo essersi riunito col ministro della Difesa colombiano, Juan Manuel Santos, ha fatto sapere che la zona sarà esente da operazioni militari nelle prossime ore. La delegazione incaricata di ricevere i sequestrati, di cui fa parte la senatrice dell’opposizione, Piedad Cordoba, è partita ieri da Sao Gabriel da Cachoeira, in Brasile alla volta di San José del Guaviare, quattrocento chilometri a sud di Bogotà. Oggi proseguirà verso una località non meglio precisata per motivi di sicurezza, del Sud della Colombia. È composta anche da due giornalisti, Daniel Samper Pizano e Jorge Enrique Botero, e da una attivista per i diritti umani, Olga Amparo Sánchez. Dopo aver raccolto gli ex prigionieri, la delegazione si dirigerà nella città di Villavicencio, regione del Meta. Per oggi è annunciata la liberazione di tre poliziotti ed un militare. Per domani quella dell’ex governatore del Meta, Alan Jara, sequestrato dal 2001, mentre per la mattinata di mercoledì è prevista quella dell’ex deputato della Valle del Cauca, Sigifredo López, prigioniero dal 2003.

0 commenti:

Posta un commento

 

_

Nota

Diario Latino non rappresenta una testata giornalistica perchè è aggiornato senza alcuna periodicità. Non può, quindi, considerarsi prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. L'autore non è un giornalista professionista e non è responsabile dei contenuti dei blog ai/dai quali è linkato. I commenti sono sottoposti ad approvazione. Diario Latino is licensed under Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License. Proibita la ripubblicazione su altri siti/blogs.

Licenza Creative Commons

Statistiche