Colombia: il presidente Alvaro Uribe ritira la proposta di effettuare un referendum

Il presidente colombiano Alvaro Uribe ha desistito dall'idea di convocare un referendum per far decidere al popolo se ripetere le elezioni del 2006. Come già ampiamente spiegato in un articolo precedente pubblicato su questo blog, la parlamentare Yidis Medina è stata condannata per aver ricevuto dei favori in cambio del suo voto favorevole alla modifica della costituzione che, abolendo il divieto di rielezione del presidente della repubblica, ha permesso ad Alvaro Uribe di presentarsi per un secondo mandato e di vincere le elezioni. La riforma passò con un solo voto di scarto. Il Tribunal Superior de Justicia chiese allora di ricontrollare la regolarità della procedura di voto. Lo scorso due luglio la Corte Constitucional, ha assicurato di considerare regolare la modifica della costituzione e dunque anche la rielezione di Uribe. Il 18 luglio il ministro degli Interni e Giustizia, Fabio Valencia Cossio, ha assicurato che non ci sarà referendum perchè non ci sono dubbi sulla regolarità della rielezione.

0 commenti:

Posta un commento

 

_

Nota

Diario Latino non rappresenta una testata giornalistica perchè è aggiornato senza alcuna periodicità. Non può, quindi, considerarsi prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. L'autore non è un giornalista professionista e non è responsabile dei contenuti dei blog ai/dai quali è linkato. I commenti sono sottoposti ad approvazione. Diario Latino is licensed under Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License. Proibita la ripubblicazione su altri siti/blogs.

Licenza Creative Commons

Statistiche