Elezioni in Salvador. Un sondaggio tasta il polso all’elettorato ad un anno dalle prossime presidenziali

L’inchiesta resa nota martedì scorso dal Centro de Investigación de la Opinión Pública (CIOPS), de la Universidad Tecnológica de El Salvador ha riguardato la preferenza elettorale in vista delle elezioni presidenziali 2009. Il risultato conferma i dati che già da alcuni mesi circolavano sui media latinoamericani. Il candidato del partito Frente Farabundo Martì para la Liberacion Nacional (FMLN), il giornalista Mauricio Funes avrebbe un appoggio intorno al 57%. Il candidato Rodrigo Avila, della governante Alianza Republicana Nacionalista (ARENA), il 25%. Relativamente alle liste, il FMLN raggiungerebbe il 51%, mentre ARENA si fermerebbe al 30%. Gli intervistati considerano infine Mauricio Funes maggiormente abile e capace in politica. Nella capitale San Salvador il dato del FMLN resta stabile attorno al 50% mentre sale al 34.6% la ARENA. Molti i problemi sul tavolo del presidente, Elias Antonio Saca, quali l’aumento dei prezzi dei prodotti di largo consumo, la disoccupazione e la sicurezza dei cittadini. Da parte del 70% degli intervistati è stato inoltre segnalato un peggioramento della propria situazione economica e di quella globale del paese, sotto la presidenza di Saca. Collegato a questo è il problema dell’emigrazione. Sei cittadini su dieci si sono detti favorevoli a lasciare il paese per migliori condizioni economiche e familiari. Esce male anche il Tribunal Supremo Electoral (TSE) del quale il 70% del campione mette in dubbio la trasparenza e la imparzialità.
Di fronte a tali risultati il candidato presidenziale del FMLN Maurizio Funes si è mostrato ottimista, esprimendo i ringraziamenti a coloro che lo appoggiano per costruire un Salvador più giusto, democratico e con opportunità per tutti. Non bisogna abbandonarsi ai trionfalismi ma continuare a lavorare. Da parte sua Mario Marroquin, vicepresidente del gruppo di ARENA alla Asamblea Legislativa (parlamento), ha fiducia nel lavoro che Rodrigo Avila sta portando avanti. Secondo la sua opinione, il gran carisma personale e i contenuti del messaggio che trasmette lo rendono affidabile. Ha infine ricordato che alle scorse presidenziali ARENA partì in svantaggio e finì vincendo. Toni cauti, quindi, da parte dei entrambi gli schieramenti. Le vere inchieste, quelle che avranno maggior peso si svolgeranno a gennaio e marzo 2009.
Un dato positivo è l'incremento della quantità di denaro inviata dai cittadini residenti all'estero, in particolare negli U.S.A. Secondo dati del Banco Central de Reserva (BCR), negli ultimi cinque mesi del 2008 il totale è 1.604 milioni di dollari, ovvero 95.7 milioni in più dello stesso periodo dell'anno precedente. Solo nel mese di maggio la cifra è 353.4 milioni, quindi una media quotidiana di 11.7 milioni. Su questa base la prospettiva per tutto il 2008 è 3.800 milioni di dollari. Negli U.S.A. si suppone risiedano quasi 3 milioni di salvadoregni.
Tornando alle elezioni, le opinioni a piè de calle raccolte da alcuni mezzi di comunicazione del paese centroamericano, mettono in luce la sfiducia dei cittadini per un voto trasparente. Il fantasma dei brogli e della ingovernabilità è sempre stato presente nel paese a partire dalla vittoria del 1931 del candidato del Partido Laburista, Arturo Araujo. Questa fu vanificata da un colpo di stato militare, ad appena un anno dalla mascita, che portò in sella il dittatore Maximiliano Hernandez Martinez. Oltre ai già citati problemi di inflazione, disoccupazione e sicurezza, la grande sfida del prossimo anno è quella di ridare fiducia ai cittadini. Ma, vista la storia recente del Salvador, sarà una partita difficile. Molto difficile. (Continua nel post successivo)

0 commenti:

Posta un commento

 

_

Nota

Diario Latino non rappresenta una testata giornalistica perchè è aggiornato senza alcuna periodicità. Non può, quindi, considerarsi prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. L'autore non è un giornalista professionista e non è responsabile dei contenuti dei blog ai/dai quali è linkato. I commenti sono sottoposti ad approvazione. Diario Latino is licensed under Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License. Proibita la ripubblicazione su altri siti/blogs.

Licenza Creative Commons

Statistiche