La Feria del libro a Madrid è dedicata alla America Latina.

Inizia oggi e durerà 17 giorni, la tradizionale Feria del libro de Madrid, nella cornice del Parque del Retiro. La sessantasettesima edizione è quella dei 75 anni di vita della manifestazione nata nel 1933 e interrotta solo durante la guerra civile. Il tema di quest’anno è Homenaje a América Latina. Protagonisti saranno i giovani autori sudamericani che in questo periodo stanno prendendo il testimone dei grandi classici che protagonizzarono il famoso boom della narrativa latinoamericana. Il preruviano Santiago Roncagliolo, il colombiano Juan Gabriel Vásquez, il messicano Juan Villoro o l’ argentino Alan Pauls sono solo alcuni dei rappresentanti di questa nuova e giovane ondata letteraria in cui abbondano autori al di sotto dei quaranta anni e con rapporti stretti con la Spagna e gli Stati Uniti. Girare per gli stands sarà come stare in una libreria a cielo aperto e ci sarà una forte presenza di letteratura scientifica. Tra le centodiciannove librerie presenti, cinquantanove sono specializzate in qualche materia. Quest’anno il premio al miglior libro, conferito dal Gremio de Libreros de Madrid, va a Almudena Grandes, scrittrice madrilena nata nel 1960, per l’opera intitolata El corazòn helado. Per descrivere il suo lavoro ha detto che ha uno stile controcorrente. Attualmente i gusti del pubblico si sono semplificati e puntano su racconti corti e lineari, criteri non rispettati dal suo romanzo. El corazon helado è una novella per tutte le età, per uomini e donne che hanno seguito la storia spagnola recente. La scrittrice ha auspicato per le future edizioni della Feria maggiore dinamismo con la presenza di dibattiti e confronti. La grande mole di libri stampati nel paese, circa settantamila all’anno, continua Almudena, riducono i tempi di presenza dei libri sugli scaffali dei negozi, riducendone così la visibilità e alimentando il consumismo a discapito della qualità. Relativamente all’impatto delle nuove tecnologie sulla letteratura non vede come possano portare alla scomparsa del libro come oggetto, opinione diffusa invece tra alcuni esperti apocalittici del settore.

0 commenti:

Posta un commento

 

_

Nota

Diario Latino non rappresenta una testata giornalistica perchè è aggiornato senza alcuna periodicità. Non può, quindi, considerarsi prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. L'autore non è un giornalista professionista e non è responsabile dei contenuti dei blog ai/dai quali è linkato. I commenti sono sottoposti ad approvazione. Diario Latino is licensed under Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License. Proibita la ripubblicazione su altri siti/blogs.

Licenza Creative Commons

Statistiche