Perù: Julio Salazar Monroe colpevole per la strage all’Universidad “La Cantuta”

Un tribunale peruviano ha dichiarato colpevole Julio Salazar Monroe, ex capo del Servicio de Inteligencia Nacional durante il governo del dittatore Alberto Fujimori in carica tra il 1990 ed il 2000. La giuria presieduta dal giudice Ines Villa Bonilla lo ha condannato a 35 anni per l’omicidio plurimo di nove studenti ed un professore avvenuto nel 1992 e noto come strage de l'Università "La Cantuta". La sentenza ha una rilevanza storica importante perché riconosce ufficialmente l’esistenza dello squadrone della morte noto come Grupo Colina e una trama di esecuzioni guidata direttamente dagli alti comandi militari. La questione ora è dimostrare senza ombra di dubbio che il capo del Grupo Colina, Santiago Martin Rivas, informasse costantemente della azione clandestina di uccisione dei dissidenti politici del regime fujimorista il capo dei servizi di spionaggio Vladimiro Montesinos Torres. Questi, insieme ad Alberto Fujimori è da tempo sotto processo per i crimini commessi dalla dittatura peruviana. Fino ad ora i due imputati si sono rimpallati la colpa di esserne mandanti e si sono accusati reciprocamente di falsa testimonianza. Ciò ha portato il processo ad una fase di stallo per sbloccare il quale è necessario indagare il funzionamento della catena di comando dei servizi segreti e militari dell’epoca.

0 commenti:

Posta un commento

 

_

Nota

Diario Latino non rappresenta una testata giornalistica perchè è aggiornato senza alcuna periodicità. Non può, quindi, considerarsi prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. L'autore non è un giornalista professionista e non è responsabile dei contenuti dei blog ai/dai quali è linkato. I commenti sono sottoposti ad approvazione. Diario Latino is licensed under Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License. Proibita la ripubblicazione su altri siti/blogs.

Licenza Creative Commons

Statistiche